Bologna, Roberto Baggio e la sua esperienza in rossoblu

L'esperienza col Bologna per Roberto Baggio è stata fondamentale

Scritto da Andrea Marras  | 

Nella stagione del 1997, il trasferimento di Roberto Baggio al Parma non andò a buon fine. Così, alla ricerca di una maglia da titolare, il talento originario di Caldogno decise di trasferirsi a Bologna, tra rimpianti di altri allenatori e veri e propri colpi da maestro. Fin dal momento del suo esordio, il giocatore ha dimostrato di essere sempre presente per i propri compagni, anche quando le sconfitte subite sono state spesso difficilmente rimediabili.

La piazza bolognese, per il suo percorso di crescita professionale, è stato un vero e proprio trampolino di lancio: grazie alle vesti della maglia rossoblu, il Divin Codino ha conquistato la sua storica convocazione in Nazionale. Malgrado i dissapori, ricorda felicemente i tempi trascorsi a Bologna, e non ha mai perso occasione di precisare ciò nelle sue innumerevoli storie biografiche.

Bologna, Roberto Baggio e il rapporto con gli allenatoriRoberto Baggio

Il rapporto che ha avuto Roberto Baggio con l’allenatore del Bologna, così come per tanti altri, non è stato propriamente dei migliori. In seguito ad alcuni disguidi nei quali sono stati coinvolti anche i tifosi, la relazione tra giocatore e allenatore si è fatta ancora più complicata di quanto non fosse già. 

Con ben 22 reti, l’esperienza coi felsinei si è rivelata una delle più prolifiche per il giocatore, il quale ha sfiorato il record personale in maniera assoluta. Nonostante la breve esperienza, i tifosi ricordano con assoluta gioia i tempi trascorsi con il numero 10 nella sua squadra, che con le sue giocate ha anche portato la squadra in Intertoto.


💬 Commenti