Geetit sconfitta a San Donà: bolognesi mai in partita

Ko in tre set per una durata complessiva di 77 minuti

Scritto da Marco Vigarani  | 

Si è chiusa con una sconfitta netta in tre set la prima trasferta veneta della Geetit Bologna, battuta 3-0 dal San Donà di Piave che ha allungato così a tre la sua striscia di vittorie consecutive. Nel primo set i ragazzi di coach Asta hanno resistito a lungo alla determinazione degli avversari riuscendo ad impensierirli in più di un'occasione toccando anche il vantaggio per 5-10 dovendo però arrendersi sul 25-22. Il secondo parziale invece è stato poco più di un monologo veneto chiuso già sul 25-16 con ben 11 errori commessi dai rossoblù ma la Geetit è comunque riuscita a scuotersi e nel terzo set, complice anche un calo di tensione dei padroni di casa, è rientrata in gioco fino al vantaggio per 15-17 con due ace di Cogliati pur alzando alla fine bandiera bianca alla fine per 25-23.

La gara si è conclusa in appena 77 minuti a testimonianza di una netta prevalenza del San Donà in una sfida in cui l'inconsistenza del muro bolognese ha fatto la differenza (12 block subiti e nessuno messo a segno). I veneti inoltre hanno brillato sia in ricezione (68% di positiva e 58% di perfetta) fornendo quindi ottimi palloni alla regia che ha fatto viaggiare l'attacco con al 60%. Non sono quindi serviti i 14 punti di Spagnol con 3 ace e il 50% in attacco e neppure gli 11 di Soglia. Da segnalare l'avvicendamento in seconda linea fra Poli e Dalmonte in posizione di libero dopo l'infortunio del titolare: la riserva ha avuto un buon impatto ma i bolognesi non sono riusciti comunque a contenere il servizio avversario dovendo chiudere con il 48% di ricezione positiva e il 42% di perfetta.

Il commento di Filippo Boesso: "Dopo il primo set è stato tutto più difficile: siamo calati mentalmente e ci sono mancate lucidità e fame che ci avrebbero permesso di fare quello step in più. Sicuramente l'infortunio di Poli ha influito, la sua uscita ha avuto un peso però sono cose che possono succedere quindi bisogna andare avanti".


💬 Commenti