LBASerieA La Fortitudo sparisce nel secondo tempo, Trieste passa all'Unipol Arena

Dopo un primo tempo in equilibrio, Banks e compagni giocano un bruttissimo secondo tempo

Scritto da Paolo Di Domizio  | 

Attacco fluido in avvio per la Fortitudo che va subito sul 12-4 grazie al talento di Banks e alla corsa del reintrante Fantinelli. Trieste non vede la luce in attacco e dall'altra parte la squadra di Dalmonte sbaglia davvero poco: Withers due volte dall'arco segna il +14 biancoblù. La Fortitudo costringe spesso gli avversari a forzature in attacco e chiude il primo quarto sul 24-15. Cavaliero da una parte e Banks dall'altra aprono il secondo periodo dalla lunga distanza; Trieste pressa a tutto campo Banks e compagni, che subiscono un 9-3 di parziale che costringe Dalmonte al timeout sul 27-24. Saunders, anche lui al rientro dall'infortunio, dalla lunetta smuove il punteggio ma Grazulis ha un impatto devastante sulla partita: 10 punti in 7' che consentono all'Allianz di pareggiare 31-31 a 5' dall'intervallo lungo. Entra in partita Totè: 4 punti in fila per l'ex Pesaro e stoppata che annulla Delia, per una Fortitudo che torna avanti. La squadra di Dalmonte, però, non è continua in attacco nel finale di quarto; dall'altra parte si iscrive alla gara Doyle che dall'arco segna il 39 pari e chiude il primo tempo. 
Al rientro dagli spogliatoi la Fortitudo è solida in difesa anche se Laquintana con due penetrazioni consecutive nel traffico difensivo biancoblù e ricuce lo strappo iniziale di Trieste. La partita diventa "maschia", con tanti contatti e tanti fischi arbtirali; la manovra offensiva della Fortitudo è macchinosa e si infrange sulla difesa triestina, chiusa in area. Delìa schiaccia di nuovo la parità a quota 47, Alviti si sblocca dall'arco e per la prima volta Trieste è avanti a 4' dalla fine del terzo periodo. La Fortitudo deraglia in attacco, Trieste si affida a Doyle e si presenta agli ultimi 10' di gioco sul +6 (53-59). Laquintana ne segna 6 consecutivi ma Baldasso, dopo qualche minuto di blackout offensivo, si sblocca dall'arco e riporta i suoi a -2. La Fortitudo torna in fiducia: Banks in reverse pareggia ma Baldasso sbaglia il possibile sorpasso. La squadra di Dalmonte copre troppo l'area e subisce tre triple consecutive che regalano a Trieste il +7 a 3' dalla fine. La Fortitudo perde le staffe: Trieste domina il pitturato, aumenta il vantaggio in doppia cifra con Grazulis che spezza le gambe alla F e pone fine alle speranze biancoblù. Finisce 69-82


💬 Commenti