Virtus-Sassari, Djordjevic alla vigilia: "Sfida allettante, stiamo inserendo Belinelli con la giusta calma"

Il coach della Segafredo ha presentato la partita che attende i bianconeri

Scritto da Dario Ronzulli  | 

Aleksandar Djordjevic

Vigilia di Virtus Segafredo-Banco di Sardegna Sassari (domani ore 16, diretta Rai Sport ed Eurosport Player e Nettuno Bologna Uno). Aleksandar Djordjevic ha presentato così la sfida:

"Si ricomincia con una partita tosta, bella, allettante, insidiosa. Una bella sfida per entrambe. Rispetto alla Supercoppa siamo un po' diversi, loro però restano molto fisici sotto canestro soprattutto con Bilan e dobbiamo stare attenti a chiudere gli spazi soprattutto in post basso. L'inserimento di Gentile sarà sicuramente un'arma in più e anche per la sua presenza dovremo fare uno step ulteriore in difesa. Una gara che arriva in un momento storico per noi, stiamo cercando di inserire Belinelli soprattutto dal punto di vista fisico. Non ha ancora fatto l'allenamento al completo, non vogliamo caricarlo troppo facendo l'errore di sfuttare subito le sue ovvie qualità. Dobbiamo inserirlo gradualmente nei sistemi di gioco e fargli ritrovare la forma fisica e il ritmo partita. Vediamo domani e nelle prossime partite come inserirlo nelle rotazioni senza avere l'ansia di metterlo subito. Gli altri sono a posto, chi è rimasto alla Porelli ha fatto un ottimo allenamento, chi è tornato dalle Nazionali lo ha fatto con grande entusiasmo e sono molto contento per loro.

Non possiamo porci obiettivi precisi su quando avere Belinelli al 100%. Dipende da tanti fattori, in primis da quanto lui sopporta i carichi di lavoro. Lui ha grande desiderio di entrare ed è giusto così e con il suo QI cestistico non ha problemi ad entrare negli schemi della squadra. Ripeto: dobbiamo stare molto attenti a non farci prendere dall'entusiasmo e seguire con attenzione il programma che abbiamo stilato per lui.

Durante la sosta non abbiamo aggiunto tante informazioni ma ci siamo concentrati su qualche tassello in più sia in attacco che in difesa. Ora ci aspetta un mese molto intenso e starò attento a non sovraccaricare di minutaggio eccessivo nessuno dei ragazzi. Ragioniamo sul medio periodo, considerando le qualità degli avversari che andremo ad affrontare.

ItalVirtus? La nostra idea è di continuare su questa linea, avere tanti nazionali con cui lavoriamo provando a farli crescere tecnicamente e mentalmente. Sono contento degli esiti che stiamo avendo, ci tengo molto a vedere i miei giocatori uscire dal nostro sistema e fare bene anche con la maglia azzurra. E non sono preoccupato dei carichi di lavoro in più che si possono avere con l'Italia. Insegnerò a tutti cosa significa vincere con la Nazionale perché è una cosa a cui tengo molto".


💬 Commenti