Europei Under 21, l’Italia esce a testa alta contro il Portogallo

In semifinale ci vanno i lusitani. Azzurrini in 10 per tutti i supplementari. Finisce qui l’avventura europea

Scritto da Giacomo Guizzardi  | 

Dopo i supplementari, il triplice fischio dell’arbitro sancisce la fine dei sogni europei dei ragazzi di Nicolato: l’Italia Under 21 esce ai quarti di finale dell’Europeo di categoria per mano del Portogallo, che a Lubiana si impone 5 a 3 e giovedì affronterà la Spagna. Per gli azzurrini gol di Pobega, Scamacca e Cutrone, con la squadra azzurra punita dai tanti errori individuali che, a fine gara, hanno condizionato la partita. Il cartellino rosso mostrato a Lovato a inizio supplementari ha facilitato il lavoro del Portogallo, ma l’Italia, e gli azzurrini, questa sera vanno solamente applauditi. 

 

La partita

La prima occasione della gara è di Vitinha, che dal limite trova lo spazio per concludere e chiama alla parata Carnesecchi, che devia in angolo al 7’ di gioco: sul corner seguente l’Italia passa in svantaggio, con Dany Mota che segna il momentaneo 1 a 0 con una splendida rovesciata. Gli azzurrini provano a rialzare la testa: al 24’ Pobega tenta la conclusione da fuori, non inquadrando lo specchio, ma alla mezz’ora, sempre su calcio d’angolo, il Portogallo raddoppia, ancora una volta con Dany Mota. Italia in ginocchio. Ma basta una mezza azione per cambiare tutto: a 15 secondi dal fischio di fine tempo l’Italia accorcia le distanze, con Pobega che da azione da calcio d’angolo trova la deviazione vincente e dà nuove speranze ai suoi. 

Ripresa al via senza cambi ma con l’occasionissima, al 9’, firmata da Frattesi, che di testa colpisce in maniera potente ma poco precisa, trovando la provvidenziale risposta di Costa che salva i suoi. Gol sbagliato, gol subito: al 13’ sbuca davanti a Carnesecchi Ramos, che con un tocco di prima intenzione riporta avanti i suoi di due lunghezze. Ma passa solamente un minuto e l’Italia torna ad accorciare: Raspadori scappa verso la porta, serve Frattesi che è bravo a pescare in mezzo il tocco di Scamacca che segna il 3 a 2. Torna a farsi vede Vitinha al 26’, con il centrocampista lusitano che si crea una bella azione, vanificata da un destro da fuori che termina altissimo. Alla mezzora i primi cambi azzurri: dentro Maggiore e Zappa, fuori Pobega – ammonito, salterà la prossima gara per squalifica – e Bellanova, esausto. Cambia poco. A dieci dalla fine, invece, Nicolato tenta il tutto per tutto, inserendo Sottil e Cutrone: Carnesecchi viene in chiamato in causa da Jota, con il portiere della Reggina che si fa trovare pronto dalla lunga distanza. 

A 2’ dalla fine la giocata che cambia la partita: Sottil salta il diretto avversario sulla sinistra, palla in mezzo e presente all’appuntamento col 3 a 3 si fa trovare Patrick Cutrone, che segna e rimette i suoi in gara. Saranno i supplementari a decidere la gara di Lubiana. Nicolato inserisce Ricci al posto di Scamacca, irrobustendo il centrocampo, ma dopo 50 secondi l’Italia è in 10, con Lovato che alza troppo il gomito nel contrasto con Dany Mota e si vede sventolare sotto il naso il secondo cartellino giallo della serata. Il Portogallo trema sulla giocata di Cutrone all’ottavo minuto del primo tempo supplementare, l’Italia rischia la beffa nell’ultima azione dei primi quindici supplementari ma la difesa azzurra si salva. Nel secondo supplementare la doccia fredda, di Jota il gol del 4 a 3. Due minuti dopo Cutrone colpisce male il pallone che sarebbe valso il pareggio: nel finale l’arbitro inizia a fischiare meno, e male, con l’Italia che recrimina per un paio di falli non sanzionati. All’ultimo, il Portogallo trova la quinta rete con Conceicao: i lusitani vanno in semifinale, l’Italia esce. Ma a testa alta. 

 

 

 

Il tabellino della gara

Portogallo U21 – Italia U21 3-3

Portogallo (4-3-1-2): Costa; Dalot, Queiros, Leite, Tavares; Fernandes (30’ st Jota), Braganca (42’ st Barò), Vitinha; Vieira (41’ st Conceicao); Ramos (24’ st Florentino), Dany Mota (4’ st Leao). Allenatore: Jorge. A disposizione: Maximiliano, Virginia, Djalo, Pereira, Soares, Tomas.

Italia (3-5-2): Carnesecchi; Lovato, Delprato, Ranieri; Bellanova (30’ st Zappa), Frattesi, Rovella (36’ st Cutrone), Pobega (30’ st Maggiore), Sala (36’ st Sottil); Raspadori, Scamacca (1’ pts Ricci). Allenatore: Nicolato. A disposizione: Cerofolini, Plizzari, Beruatto, Maleh, Pinamonti, Pirola, Vogliacco.

Reti: 7’ pt Dany Mota (P), 31’ pt Dany Mota (P), 45’ pt Pobega (I), 13’ st Ramos (P), 15’ st Scamacca (I), 43’ st Cutrone (I), 4’ sts Jota (P), 14’ sts Conceicao (P).

Note: ammoniti al 12’ st Pobega (I), al 17’ st Sala (I), al 40’ st Lovato (I), al 9’ sts Cutrone (I), 15’ sts Conceicao (P). Espulso al 2’ pts Lovato (I), doppia ammonizione. 

Arbitro: Lexetier. 

 


💬 Commenti