LBASerieA La Fortitudo è salva: Cantù sconfitta e obiettivo raggiunto

Decisivo l'ultimo periodo dopo una partita tesa

Scritto da Redazione  | 
Adrian Banks (Social)

La Fortitudo è salva, vince con Cantù e rende inutile l'ultima giornata di campionato a Trieste. Grazie ai 20 di Banks e ai 16 di Aradori i biancoblù portano a casa due punti fondamentali per restare in Serie A. 

Fantinelli stringe i denti, così come Hunt e la Fortitudo parte con il solito quintetto. Banks risponde a Gaines in avvio, con entrambe le squadre che cercano di rompere il ghiaccio con le proprie certezze offensive. La Lavoropiù si scuote e trova il primo allungo con Withers che dall'angolo fa 11-4. Gaines ricuce lo strappo e Cantù torna a -1 nonostante la tripla di Aradori. La F controlla facilmente area e rimbalzi ma due palle perse in fila regalano il primo vantaggio a Cantù che chiude avanti 20-21 dopo i primi 10'. Aradori con 5 punti in fila riporta avanti la Fortitudo. La partita latita comprensibilmente a decollare e si segna meno rispetto al primo periodo: Aradori segna il nuovo +3 biancoblù ma la Fortitudo inizia a concedere troppo la propria area e Radic riporta avanti i suoi (27-28 a 4' dall'intervallo). Il lungo croato crea problemi alla difesa di Dalmonte: Cusin a quota 3 falli, Withers 2 e Hunt che cede chili e centimetri al lungo avversario. La Fortitudo però non fa scappare Cantù: Withers impatta a quota 38 e chiude i primi 20' di gioco. Il secondo tempo per la F non inizia bene, con il terzo  fallo commesso da Hunt ma i biancoblù non si scompongono: Whiters e Banks segnano il +5, poi le squadre tornano ad aver tanta paura. Non si segna più per 3' abbondanti, poi Gaines e Totè tornano a mandar la palla dentro. L'ex Pesaro dalla lunetta riscrive il +4 biancoblù, 50-46 a poco più di 3' dalla fine del terzo quarto. La partita si trasforma in un 1vs1 Totè-Gaines: l'ex Virtus tiene a galla Cantù, nonostante Totè risponda colpo su colpo dall'altra parte. Sale in cattedra anche Banks che dopo una tripla senza ritmo dall'angolo segna il +6 dalla lunetta. Pecchia in campo aperto chiude il terzo quarto sul 56-52. Dopo il -2 di Cantù, Baldasso chiude un gioco da tre punti che ridà due possessi di vantaggio ai biancoblù. La Fortitudo trova energia nel momento chiave della partita: Cantù sbaglia il possibile pareggio e sul ribaltamento di fronte la Fortitudo fa 6-0 di parziale e va sul 67-59 a 5' dalla sirena. Da questo momento in poi la partita si trasforma in un tiro al bersaglio, con entrambe le squadre da una parte e dall'altra che sbagliano tanto anche piedi per terra. La Fortitudo, con i liberi di Baldasso, torna sul +7 a 120" dalla fine. Procida dall'arco segna il -4; dall'altra parte risponde Aradori che in penetrazione batte Gaines. Il finale è reso più pimpante dal fallo tecnico di Aradori, che però obbliga Cantù all'errore in attacco. Dall'altra parte Banks da 2/2 dalla lunetta e chiude i conti. Finisce 


💬 Commenti