Seguici su Twitch

Conferenza Italbasket, Petrucci: "Siamo vicini all'Ucraina. Dobbiamo riscattare il match di andata."

A Bologna si è tenuta la conferenza della FIP, a cui hanno partecipato tante personalità dello sport e delle istituzioni

Scritto da Massimo Guerrieri  | 
Da sinistra: Della Valle, Li Calzi, Bonaccini, Petrucci, Santa Maria, Sacchetti

A Bologna, nella biblioteca “Sala Borsa” di Piazza Maggiore, si è tenuta la conferenza stampa della Federazione Italiana Pallacanestro, inc occasione del match di qualificazione ai Mondiali 2023, che si giocherà proprio nel capoluogo dell'Emilia-Romagna Domenica 27 Febbraio al Paladozza

Durante la conferenza sono intervenute tante personalità dello sport e delle istituzioni regionali e cittadine, come Meo Sacchetti, coach della Nazionale, Amedeo Della Valle, capitano degli Azzurri per questa finestra internazionale, Roberta Li Calzi, Assessora allo Sport e al Bilancio del Comune di Bologna, Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia- Romagna, Giovanni Petrucci, Presidente FIP e Antonio Santa Maria, Direttore Generale di Master Group Sport. 

Queste sono state le loro parole: 

Bonaccini: “Per noi è un privilegio ospitare le qualificazione ai Mondiali. Si fa fatica a immaginarlo, ma pensare che qui in “Sala Borsa” si giocava a basket fa impressione. Prima di parlare di sport vorrei, a poche ore da una grande manifestazione pro Ucraina, condannare ogni tipo di violenza e di guerra, perché sta succedendo qualcosa che nessuno si sarebbe mai immaginato. Lo sport è corretto stile di vita, coesione sociale, un contributo ad essere palestra di vita. Ci abbiamo creduto e ci crediamo: siamo la regione che ospita più eventi sportivi d'Italia, perché, insieme alla musica, lo sport accomuna tutti. Ho sempre ammirato il Presidente Petrucci per il suo trascorso e per l'impegno che ha riposto e ripone nella Federazione. A Bologna il basket è qualcosa che va oltre l’evento sportivo. Vorrei fare un grande in bocca al lupo a coach Sacchetti e a tutti i giocatori, perché prima di tutto dobbiamo essere tifosi. Da parte nostra c’è il massimo della soddisfazione." 

Li Calzi: “Ieri erano in tantissimi i cittadini di Bologna in Piazza Maggiore per dire no alla guerra e sì alla pace ed in questa ottica lo sport può fare tanto. I valori, attraverso lo sport, si possono trasmettere efficacemente. La nostra città ha ospitato tanti eventi sportivi e di pallacanestro. E’ fondamentale tornare a vivere lo sport dal vivo, perché prima di tutto lo sport è condivisione ed emozione. Per la ripartenza del paese e dello sport è fondamentale ogni tipo di evento. In bocca al lupo alla nostra nazionale." 

Santa Maria: “Ringrazio la federazione per la fiducia che ci ha dato, la regione per l’ospitalità e la città di Bologna per il supporto. Quando la Nazionale non è partita per l’Islanda a causa del maltempo, Bologna ha messo a disposizione palestre in cui allenarsi e questo ha significato tanto per il movimento. Ripartire è un qualcosa di fondamentale ed il sold out di domani è una grande notizia. Domani sarà la prima partita con il nuovo sponsor, ITA Airways. Ci sono state fatte tante proposte per sostenere la federazione da parte di sponsor, ma ne abbiamo scelto uno in grande ascesa ed italiano. Alla Nazionale si avvicinano sempre aziende di grandissimo livello, che vogliono avere come vetrina il mondo del basket per farsi conoscere a livello internazionale. Durante la partita proporremo tante attività per intrattenere il pubblico che riempirà il Paladozza." 

Sacchetti: “In questo momento, noi sportivi dobbiamo essere trainanti e dobbiamo mandare un messaggio forte, perché quello che sta succedendo non può accadere in un mondo civile. Bologna per il basket è un posto magico e lo dimostra il luogo in cui siamo. Adesso starà a noi dimostrare di essere una squadra diversa rispetto al primo tempo del match di andata; il risultato è fondamentale. Siamo contenti di essere qui perchè è un posto che vive di pallacanestro. Non abbiamo fatto bene in attacco ed in difesa nella partita di andata, il secondo tempo è andato meglio, ma non può bastare. Non abbondano i lunghi nel nostro campionato e nei nostri settori giovanili. I ragazzi devono scegliere la pallacanestro quando sono piccoli, ma al momento non possiamo fare nulla per risolvere la situazione." 

Della Valle: “Da parte della squadra c’è grande voglia di rivalsa, vogliamo ripartire dalla difesa e dal cuore. Sappiamo che Bologna è un posto magico e lo è stato contro la Polonia qualche anno addietro. Speriamo possa essere una grande partita quella di Domenica."

Petrucci: “Non possiamo fare alcun gesto che dimostri la nostra vicinanza all’Ucraina perché non ci è concesso, ma saremo in ogni modo vicini alla causa. Sono rimasto amareggiato dalla partita di Giovedì, nonostante il basket in Islanda sia importante e la loro squadra sia forte. La realtà è che noi abbiamo la possibilità di andare alle Olimpiadi, che sono tutt'altra cosa rispetto a tutte le coppe che si possono giocare. Lo sport è bello perché puoi avere la rivincita. Ringrazio il Presidente Bonaccini, perché è l’unico presidente di regione che ha aperto allo sport in un momento complicato di pandemia. Ringrazio Master Group, perché ha trovato uno sponsor incredibile come ITA Airways, società che si trova davanti alla prima grande sponsorizzazione della sua storia. Messina non sarà l’allenatore della Nazionale; lui disse che non voleva venire, ma da parte mia non arrivò mai la richiesta. Non ho mai avuto grande simpatia per l’Eurolega, perché solo nel basket succede che un'organizzazione privata comandi su una federazione nazionale. Il pubblico ama l’Eurolega, ma non si passa alla storia vincendola. Pozzecco allenerà l’Under 23 o la Nazionale sperimentale. Siamo in trattativa con i rappresentanti locali di FIBA, cui abbiamo chiesto di poter fare qualcosa che dimostri il nostro attaccamento alla situazione dell'Ucraina."


💬 Commenti