Repubblica - Zaccheroni: "Il Bologna lo seguo sempre, anche se l’ho allenato solo 12 partite nell’anno del fallimento"

Alberto Zaccheroni, ex tecnico del Bologna, racconta la sua esperienza nel capoluogo emiliano

Scritto da Matteo Rosi  | 

Alberto Zaccheroni

"Bologna piazza semplice? Mai stata, è la più difficile da cui sia passato. Da Maifreidi in poi, c’è un altro allenatore andato dal rossoblù direttamente a una big grazie ai risultati bolognesi? È capitato ovunque, non qua", a parlare è l'ex tecnico del Bologna Alberto Zaccheroni, che allenò i rossoblù nel disastroso anno del fallimento (1993). L'ex allenatore di Inter e Udinese ha poi parlato della vicenda Ibrahimović-Bologna : "Il mio grande rimpianto è non averlo mai allenato: nessuno mai ha spostato gli equilibri quanto Ibra, nemmeno Ronaldo il Fenomeno. Chi vinceva lo scudetto? Chi aveva Ibrahimovic. Ora al Milan ha fatto il pieno di personalità alla squadra, l’ha cambiata". Infine ha espresso la sua opinione sull'attuale tecnico del Bologna: "Lui ha catturato i giocatori dal primo giorno, è maniacale, un personaggio diverso, che devi accettare com’è. Fa il duro ma sotto è un buono e per un amico farebbe di tutto."


💬 Commenti