Ecco la prima gioia di Eurolega: la Virtus fa impazzire il Paladozza e vince 66-63

Finisce 66-63 tra Virtus Bologna e Bayern Monaco al termine di un ultimo quarto combattuto

Scritto da Massimo Guerrieri  | 
Iffe Lundberg e Daniel Hackett (Foto Virtus)

PRIMO QUARTO

I primi due punti del match sono di Hackett, che si arresta a centro area ed insacca il 2-0, poi stoppata di Jaiteh, corre in contropiede lo stesso Hackett che ne infila altri due. Il numero 23 parte forte, ma con troppa foga in difesa: fallo ai danni di Weiler-Babb, che fa 2/2 a cronometro fermo. Errore di Lundberg e Walden da tre, poi perde il pallone Lucic tentando di riapre sul perimetro per un suo compagno, ma dall’altra parte Lundberg regala il possesso agli avversari tentando di servire Jaiteh. Due punti per Hunter, che appoggia al tabellone il 4-4, poi ancora Lundberg per Jaiteh, che questa volta riceve, si aiuta col tabellone, segna, subisce fallo +, ma sbaglia il libero aggiuntivo. Entra in campo Teodosic per la Virtus, che risponde subito dalla lunga distanza alla tripla di Weiler-Babb. Fallo antisportivo fischiato a Jaramaz, che, sotto canestro, trattiene Hackett: 1/2 dalla lunetta ed è 10-7 dopo quattro minuti di gioco. Hackett colpisce ancora e lo fa da dietro l’arco, poi sbaglia Jaramaz dalla stessa distanza, la Virtus riparte, assist incredibile di Teodosic, sprecato, però, da Jaiteh, che non trova il fondo della retina. Teodosic perde palla, ma Hunter sbaglia, poi il numero 44 bianconero prova un lancio bowling, che viene intercettato ed obbliga coach Scariolo a chiamare timeout. Sbaglia ancora Jaramaz contro la marcatura di Teodosic, che prova ad inventare nell’altra metà campo, ma Jaiteh spreca ancora. Il 2/2 di Lucic rimette quattro lunghezze di distanza tra le due squadre: è 13-9 a sei minuti dall’inizio. Pajols recupera il possesso sulla rimessa errata da parte dei tedeschi, offre a Weems, che, dal centro del pitturato, appoggia al tabellone, ne mette due e costringe Trinchieri a richiamare i suoi in panchina. In uscita dal timeout sbaglia Obst dall’angolo dell’area, ma Teodosic perde palla e allora Weiler-Babb trova il fondo della retina. Tripla di Weems sulla riapertura da parte di Bako, mentre dall’altra parte errore nel passaggio di Winston. Teodosic non trova Bako a centro area, riparte proprio Winston, che si arresta dalla lunga distanza e riporta il Bayern a -4 sul punteggio di 18-14. 2/2 di Teodosic dalla linea della carità, poi si butta verso il centro dell’area Lucic, che viene fermato irregolarmente e manda a segno entrambi i liberi guadagnati. Winston perde il possesso, Weems riparte in transizione, pesca Belinelli, che appoggia facilmente al vetro il +6 Virtus. Bako si gira e trova il semigancio vincente: a fine primo quarto è 24-16. 

SECONDO QUARTO

In apertura di parziale, sbaglia Walden dalla lunga distanza, ma va a recuperare il pallone attaccando Pajola, che stava attaccando in post sotto le plance. Errore anche per Bako, poi sbaglia una tripla aperta ancora Walden e squadre molto più fredde in questa ripresa di gioco. Non va il tiro di Lucic, ma a rimbalzo c’è Hunter, che raccoglie il pallone, subisce fallo e guadagna una rimessa. Errore di Mickey in seguito all’ennesimo tiro sbagliato da parte di Lucic, che, però, si fa immediatamente perdonare trovando il fondo della retina da dietro l’arco. Tripla di Ojeleye dopo un po’ di azioni in cui la Segafredo non trovava il canestro, ma riposte subito Winston, anch’egli dalla lunga distanza. Ojeleye si prende il centro dell’area ed in fade-away ne mette a segno altri due, poi errore di Zipser da tre e, dall’altra parte, Lucic commette fallo ai danni di Cordinier, che fa 1/2 a gioco fermo. Mannion e Cordinier non riescono a rubare palla a Jaramaz, che, dal centro del campo, apre sul lato destro per Weiler-Babb: tripla ed è 30-25 a quattro minuti dall’intervallo lungo, con Scariolo che viene costretto a chiamare il secondo timeout della sua partita. Lundberg non riesce ad anticipare Weiler-Babb sula rimessa, il numero 0 pesca Gillespie al centro dell’area, ma il centro bavarese non trova il canestro, poi i padroni di casa non concretizzano il loro attacco e allora Jaramaz penetra con due finte ed appoggia comodamente il tabellone i due punti del -3 Bayern. Cordinier incrocia in palleggio, sui butta all’indietro, ma sbaglia, a rimbalzo c’è Mickey, che guadagna palla e fallo, mandando a segno, però, solo uno dei due liberi a lui concessi. Fallo in attacco di Gillespie, che blocca irregolarmente su Cordinier, molto partecipe nella fase difensiva dei bianconeri. Dopo aver riconquistato il possesso, la Virtus lo affida nelle sagge mani di Lundberg, che penetra, cerca il contatto con l’avversario, si appoggia allo stesso e ne infila due di vitale importanza. Winston riapre per Weiler-Babb, che, dall’angolo destro, non trova la tripla, ma le vu nere non puniscono perché Mickey commette fallo di sfondamento. Stoppata di Jaiteh ai danni di Winston, che aveva cercato un pretenzioso ingresso in area, poi fallo di Weiler-Babb su Jaiteh, che fa 1/2 a cronometro fermo; è 34-27 ad un minuto dal termine del parziale. 2/2 dalla lunetta, invece, per Hunter, che riporta i suoi sul -5, poi i padroni di casa perdono il controllo del possesso ed Obst punisce da distanza siderale; timeout Scariolo sul 34-32. Errore di Hackett allo scadere del quarto e quindi si va all’intervallo lungo proprio su questo punteggio.

TERZO QUARTO

Il parziale si pare con il fallo in attacco da parte di Jaiteh, il Bayern recupera il possesso e trova la tripla con Lucic in angolo, dopo Las riapertura di Rubit. Errore di Mickey da due, dall’altra parte Rubit si mette in post contro Lundberg, scarica per Hunter, ma Ojeleye gli soffia il pallone dalle mani e guadagna la rimessa in favore dei padroni di casa. Tripla di Lundberg, che tira in faccia ad Hunter, ma rispondono subito gli ospiti con Obst, anch’egli dalla lunga distanza. Non riesce a segnare Jaiteh, che non trova il gancio vincente da sotto le plance e allora punisce Weiler-Babb con la tripla del +4 in favore dei bavaresi. Gioco da tre punti completato con il tiri libero aggiuntivo per Mickey, che riporta i suoi a -1, poi arriva l’errore di Lucic dal gomito dell’area, ma la Virtus non concretizza l’attacco, perdendo palla con Hackett in occasione della rimessa dal fondo del campo. Lundberg prende in mano la Virtus: pineta, segna, subisce fallo e segna il libero aggiuntivo, poi sbaglia il Bayern, le vu nere ripartono ed il numero 19 felsineo infila la tripla del 46-41, obbligando coach Trinchieri a chiamare timeout. In uscita dal minuto di sospensione non ci sta Gillespie, che si butta verso il ferro, trova il fondo della retina ed anche il fallo dell’avversario, mettendo a referto un altro punto a cronometro fermo. La Segafredo sbaglia con Jaiteh, mentre dall’altra parte è preciso Jaramaz, che, con uno step laterale, si libera del suo marcatore e ne mette due: è 46-46. 2/2 di Lundberg, che viene sostituito perché stremato, poi tripla di Walden ed errore di Mickey: appena i padroni di casa lasciano le mani dal manubrio, i bavaresi ne approfittano e adesso è 48-49 a tre minuti dal termine del parziale. 2/2 di Lucic per il +3 Bayern, poi Teodisc sbaglia la tripla, ma a rimbalzo c’è Ojeleye, che apre in angolo per Weems, finta di tiro, passo, arresto e due punti con l’aiuto del tabellone. Le maglie della difesa bianconera si stringono e costringono l’attacco tedesco alla violazione dei ventiquattro secondi concessi per l’azione, ma, dall’altra parte, rovina tutto Mickey commettendo violazione di passi. Errore di Gillespie da sotto le plance, le vu nere ripartono, Teodosic offre a Mickey, che scarica per Weems e sono altri due; 52-51 ad un minuto dall’ultimo riposo. 0/2 di Gillespie, si va dall’altra parte e Bako inchioda al ferro il +3 Bologna. Jaramaz perde il controllo del pallone, lancia involontariamente Mickey in contropiede ed il numero 25 non se lo fa dire due volte, appoggiando al vetro il 56-51, punteggio con cui si chiude il quarto. 

QUARTO QUARTO

Magia di Teodosic, che si butta dentro il pitturato e, nascondendo il pallone agli avversari, riesce ad appoggiare al tabellone abbastanza comodamente, poi il Bayern non trova il canestro e, dall’altra parte, sull’errore di un compagno, Bako corregge con una schiacciata da highlights; coach Trinchieri chiama timeout sul 60-51 in favore dei padroni di casa. Errore madornale di Lucic, che fa uscire il pallone in occasione di un lay up molto semplice, allora ripartono le vu nere, che trovano il canestro con Pajola, il quale subisce anche fallo ,am non realizza il libero aggiuntivo. Sbaglia dalla lunga distanza Weiler-Babb, ma non Teodosic, che, pestando la linea dei 6,75, trova il fondo della retina e fa 64-51. Obst perde il controllo del mezzo, ma anche Weems, che sbaglia il passaggio a centro area diretto a Bako. Lucic punisce gli errori offensivi della Segafredo trovando il fondo della retina da distanza siderale, poi Bako sbaglia l’appoggio al vetro e, sul ribaltamento di campo, ferma illegalmente il tentativo di avvicinamento al ferro da parte di Hunter, che fa 1/2 dalla linea della carità. Sulla sirena non trova il canestro dalla unga distanza Ojeleye, il Bayern corre nell’altra metà campo, ma Rubit non si sblocca, poi ancora Ojeleye, che tenta di trovare l’appoggio al vetro quando è sotto la struttura del canestro e perde il controllo del pallone. Walden si prende di forza il centro dell’area, si arresta e segna con un morbido flaughter il canestro del 64-57 a quattro minuti dal termine della gara, costringendo Scariolo a richiamare i suoi in panchina. In uscita dal timeout arriva la mattonata di Lundberg, che si è bloccato in attacco, ma neanche Lucic trova la gioia, sbagliando la correzione al tiro di un suo compagno con un tentativo di schiacciata. Ojeleye sposta di fisico Weiler-Babb, che cade a terra, lascia il centro dell’area libero e non può più intervenire sul tiro del numero 37 ex Boston. Jaramaz mette a segno un gioco da tre punti fondamentale per i bavaresi, portando i suoi sul -6, poi Lundberg sbaglia cercando il flaughter contro la pressione di due avversari, ma neanche Weiler-Babb punisce dal centro del pitturato; si resta sul 66-60 a due minuti dalla fine del match. Fallo in attacco di Mickey, la squadra ospite va dall’altra parte, fa girare ill pallone e pesca il coniglio dal cilindro con la tripla di Weiler-Babb. Violazione di ventiquattro secondi da parte di Monaco, che aveva liberato benissimo Hunter, ma il tiro arriva fuori tempo massimo. Trenta secondi alla fine, palla in mano a Teodosic, che apre per Ojeleye, errore al tiro, ma a rimbalzo c’è Mickey: il centro in canotta numero 25 lotta, ma, dopo la visione dell’instant replay, gli arbitri decidono di assegnare la rimessa ai tedeschi e Trinchieri chiama timeout per organizzare l’ultimo attacco dei suoi. In occasione dell’ultima azione offensiva Lucic e Hunter sbagliano due triple e la gara termina sul punteggio di 66-63. 


💬 Commenti