Seguici su Twitch

Fortitudo-Virtus 82-85: la Effe combatte fino all'ultimo, ma è la Virtus a portare a casa il derby

La Virtus Segafredo Bologna ha la meglio sulla Fortitudo e vince il derby numero 112 di Basket City

Scritto da Massimo Guerrieri  | 
Le squadre schierate in campo durante l'Inno Nazionale

La Virtus Segafredo Bologna porta a casa il derby numero 112 di Basket City. I bianconeri riescono a passare al Paladozza con il risultato di 82-85 grazie a tanta intensità ed a più concretezza nel finale di gara rispetto agli avversari. 

La cronaca

PRIMO QUARTO

Palla a due catturata dalla Fortitudo. Tripla di Procida che sblocca il risultato. Due punti di Hackett su assist di Teodosic sbloccano la Segafredo. Sull’errore da dietro l’arco di Teodosic, prende il rimbalzo Hervey, che subisce fallo; sulla rimessa sbaglia Weems. Due per Weems nell’azione successiva portano il risultato sul 3-4 dopo tre minuti di gioco. Tabellata di Hackett in virata su una gamba sola per il 3-6 in favore dei bianconeri. Rimette tutto a posto per la Kigili Procida, che trova la seconda tripla della sua partita. Fallo di Durham ai danni di Hackett, che va in lunetta, fa 2/2 e riporta i suoi avanti di due lunghezze. Groselle si libera di Jaiteh, partito con il motore a diesel, e ne appoggia due al tabellone, ma, nell’azione successiva, il lungo virtussino mette a referto i primi due punti del suo match. Tripla di Hackett e partita che si porta sul risultato di 8-13 quando mancano cinque minuti al termine della prima frazione di gioco. Fallo in attacco da parte della Segafredo, che, sul ribaltamento di gioco, spende fallo ai danni di Benzing: 2/2 ed è -3 Fortitudo. Benzing trova un’entrata facile in area e mette i primi due punti della sua gara con un flaughter morbido, ma Hervey non ci sta e ne trova due. 3/3 da parte di Procida ai liberi, ma Teodosic risponde gonfiando la retina con un tiro da dietro l’arco. Tripla anche da parte di Durham: è botta e risposta adesso ed il risultato è di 18-18. Finta di consegnato da parte di Cordinier, che inganna Groselle e ne mette due facili, poi sbaglia Feldeine, ma la Virtus non ne approfitta: si rimane sul +2 in favore degli ospiti. 1/2 da parte di Procida ai liberi a seguito di un fallo a rimbalzo da parte di Sampson, poi palla rubata da parte di Charalampopoulos ai danni di Alibegovic e partita che sale di intensità. Primi due del match anche per Mannion che trova un arresto e tiro fatto da manuale. Tripla di Cordinier sul contropiede Virtus ed ora è +6 per la Segafredo. Il primo quarto si conclude sul punteggio di 19-25 in favore dei bianconeri. 

SECONDO QUARTO

Apre il quarto il falughter di Groselle che supera Weems e ne trova due. Due appoggiati al vetro anche per Alibegovic, che sfrutta l’assist di un Mannion pimpante. Mette a referto due punti Charalampopoulos e, sull’azione successiva, subisce fallo Sampson che fa 0/2 dalla lunetta, cattura il rimbalzo, ma commette infrazione di passi. Altri due per Groselle, poi riparte la Virtus, che sfrutta la penetrazione di Mannion per trovare punti a gioco fermo: 2/2 da parte del giocatore in maglia numero 1 della Segafredo. 1/2 di Charalampopoulos ai liberi, poi errore di Cordinier ed arresto e tiro eseguito alla perfezione di Aradori. Tap in vincente da parte di Alibegovic sull’errore di Mannion e risultato che si stabilizza sul 28-31 dopo quattro minuti dall’inizio del quarto. 2/2 ai liberi da parte di Frazier, che sfrutta il fallo commesso dai suoi avversari in occasione della sua penetrazione e rimette la Fortitudo a -1, ma riporta a distanza le due squadra una tripla di Hackett. Grande canestro da parte di Frazier, che trova un appoggio complicato al tabellone e ristabilisce la parità a quota 34 punti quando siamo arrivati a metà del secondo parziale di gioco. Tripla da nove metri di Hervey, sbaglia Charalampopoulos e sul ribaltamento dell’azione Hackett trova il canestro con fallo aggiuntivo: il numero 23 della Virtus segna il tiro libero che ne deriva e porta i suoi sul +6. Rimessa sbagliata da parte di Durham, recupera palla Teodosic, che regala l’assist a Sampson per la schiacciata facile. Terzo fallo di Sampson, che usa troppa irruenza per fermare Frazier, 2/2 ai liberi ed è 38-42. Fallo di Procida su Hervey, 2/2 anche per lui ed è nuovamente + 6 Virtus. Due palle perse consecutive da parte della Segafredo e qualche azione offensiva non brillante della Fortitudo contribuiscono a portare un po’ di confusione nel derby: riporta tutti alla calma Martino chiamando il primo timeout della sua gara. Airball di Durham, ma a rimbalzo c’è Benzing che ne appoggia due al vetro: è 40-44 ad un minuto dall’intervallo lungo. Tripla dall’angolo di Procida per il 43-44: il timeout questa volta lo chiama coach Scariolo per organizzare l’ultimo attacco dei suoi. Due punti da parte di Weems sull’assist di Teodosic regalano alla Segafredo il + 3: è 43-46 all’intervallo. 

TERZO QUARTO

Tripla di Benzing per aprire il quarto ed è 46-46. Sbaglia due canestri consecutivi la Segafredo e dall’altra parte trova una schiacciata incredibile Procida. Tripla di Teodosic per il +1 bianconero e partita che si alza di ritmo. Terzo fallo di Jaiteh che spinge vistosamente Groselle, sulla rimessa la Fortitudo sbaglia il tiro, lo stesso Jaiteh prende il rimbalzo, ma i bianconeri non ne approfittano. Sbaglia un appoggio facile Groselle, ma non segna più la Virtus. 2/2 ai liberi per Benzing e la Effe torna avanti: 50-49 il punteggio. Canestro di esperienza da parte di Hackett, che trova la tripla del +2. Risponde Durham, che riporta i suoi a +1, poi recupera palla Procida, ma la riperde e Weems schiaccia in contropiede. Sbaglia ancora Groselle da sotto canestro, ma sul ribaltamento d’azione il lungo americano stoppa Hackett. Segna buttandosi all’indietro Alibegovic e regala alla Virtus il +3 sul punteggio di 53-56, poi recupera palla la Virtus ed in contropiede ne appoggia due facili al tabellone Cordinier. Fallo di Durham ai danni di Teodosic in seguito ad un errore da parte di Charalampopoulos: Fortitudo in difficoltà su entrambi i lati del campo adesso. Dal centro dell’area segna Teodosic ed è 53-60 in favore dei bianconeri. Segna allo scadere dei 24 secondi Charalampopoulos, poi sbaglia Sampson da sotto il ferro; subisce fallo Frazier al centro dell’area difesa dalla Segafredo, 2/2 per lui a gioco fermo e Fortitudo nuovamente a -3. Sbaglia la tripla Alibegovic, salva il pallone Frazier, ma non trova punti la Effe e allora Mannion ne trova tre in step back. Tripla di Alibegovic a seguito dell’errore da parte di Groselle: +9 in favore degli ospiti sul punteggio di 57-66. 0/2 di Groselle ai liberi e Sampson trova l’appoggio al vetro: il terzo quarto si conclude 57-68. 

QUARTO QUARTO

Assist di Cordinier e schiacciata di prepotenza da parte di Sampson, poi stoppata del francese ai danni di Groselle: la Virtus parte forte nell’ultima frazione di gioco. Arresto e tiro cadendo all’indietro di Frazier che porta i suoi sul -11, ma dall’altra parte Sampson trova la seconda schiacciata consecutiva. Feldeine in penetrazione pesca due punti ed il fallo, segna il libero aggiuntivo e rimette a contatto i suoi. Tripla di Durham e la Fortitudo si ritrova solo a -7. Penetrazione di prepotenza di Cordinier, a cui risponde l’appoggio al vetro da parte di Groselle, che sull’azione difensiva successiva rischia di farsi male ad una caviglia; Martino chiama timeout e blocca la partita. Tripla di Feldeine, poi trova altri due punti Sampson: è 70-78 quando mancano cinque minuti al termine del match. Fallo di Teodosic ai danni di Benzing, 2/2 del tedesco ai liberi ed è -6 Fortitudo. Grande difesa da parte della Effe, trascorrono tutti i 24 secondi a disposizione della Virtus e Benzing segna il canestro del -2 a quattro minuti dal termine della gara. Penetrazione semplice per Feldeine, che ne appoggia due al tabellone e porta il punteggio sul 78-80 a due minuti dalla fine. Due anche per Hackett in penetrazione, poi sbaglia la tripla Feldeine e Benzing ferma Jaiteh con le maniere forti: 1/2 dalla lunetta per il centro della Segafredo. Quarto fallo di Jaiteh, che cerca di limitare Frazier, lo spedisce a tirare i liberi, ma la risposta è 2/2. Errore da dietro l’arco per Hackett e Scariolo decide di usufruire del secondo timeout a sua disposizione nel secondo tempo. Sbaglia la tripla del pareggio Durham, ma sbaglia anche Cordinier; ne trova due, invece, Benzing e adesso è 82-83 a quindici secondi dal termine. Il gioco rimane fermo per due minuti a causa dei due timeout consecutivi chiamati da coach Martino e Scariolo. Sulla rimessa in favore della Virtus, Charalampopoulos spende il fallo ai danni di Weems, 0/2, ma sul rimbalzo la Segafredo conquista un altro possesso. Sulla rimessa subisce fallo Mannion, 2/2 ai liberi per lui e +3 in favore degli ospiti sul punteggio di 82-85 quando mancano dieci secondi alla conclusione dell’incontro; Martino vuole organizzare l’ultimo attacco dei suoi e chiama l’ultimo timeout a sua disposizione. Feldeine sbaglia la tripla del pareggio ed il match si conclude. 


💬 Commenti