Si avvicina sempre più la sfida tra Bologna e Monza, valida per l'anticipo della trentaduesima giornata di Serie A in programma domani sera alle ore 20:45 allo stadio Dall'Ara. I rossoblù andranno alla ricerca di altri tre punti sul proprio campo, diventato ormai un fortino durante questa stagione, per riscattarsi dopo il pareggio a reti bianche di domenica scorsa contro il Frosinone e mantenere un distacco importante nei confronti delle formazioni inseguitrici, in particolare dalla Roma quinta classificata. Per mister Thiago Motta ci sono ancora diversi dubbi di formazione in vista del match di domani, ma una delle certezze del tecnico italo-brasiliano è data dalla presenza di Lewis Ferguson, ormai diventato imprescindibile nell'undici iniziale dei rossoblù. Analizziamo insieme il percorso intrapreso fin qui dal calciatore scozzese durante questa stagione.

Thiago Motta
Thiago Motta (ph. BolognaFc.it)

Ferguson: il prediletto di Thiago Motta

La stagione disputata fin qui da Lewis Ferguson si sta rivelando impressionante sotto tutti i punti di vista, a tal punto che il calciatore scozzese è finito sotto la lente di diversi club europei in vista della prossima stagione. Lo scozzese arrivò sotto le Due Torri durante la sessione estiva di calciomercato dello scorso anno grazie all'intuito di Sartori, il quale lo soffiò al Lecce con un'offerta importante prima della chiusura di una trattativa ormai ai dettagli. Nonostante in pochi lo conoscessero, Ferguson si è subito messo in mostra disputando un'ottima stagione per essere alla sua prima esperienza in Italia, segnando 7 goal e diventando subito uno dei cardini della formazione di Thiago Motta. Oggi lo scozzese vanta già 13 reti totali in Serie A grazie alle 6 messe a referto in questa stagione, che lo hanno reso il calciatore scozzese più prolifico della storia della Serie A. Il tecnico italo-brasiliano ha elogiato diverse volte le prestazioni di Lewis, cercando spesso di nasconderlo dalla scena e di parlare poco delle sue grandi doti, ma lo stesso Motta si è dovuto arrendere di fronte a un giocatore troppo importante, non solo per le sue qualità tecniche ma anche per la sua centralità all'interno del gruppo-squadra che lo scozzese si è guadagnato step by step

Lewis Ferguson
Lewis Ferguson durante il match contro il Milan (ph.BolognaFc.it)

La giostra della fascia da capitano ha terminato la sua corsa…

Dopo un lungo via vai che ha caratterizzato la fase iniziale di questa stagione, la fascia di capitano rossoblù ha trovato un braccio solido su cui posarsi: quello di Lewis Ferguson. Infatti, come sottolineato dalla Gazzetta dello Sport, il calciatore scozzese indossa la fascia da 10 gare consecutive, per un totale di 16 in questa stagione. Lewis venne "investito" di tale ruolo per la prima volta durante la sfida interna contro l'Empoli, quando fu lo stesso Thiago Motta ad affidargli tale ruolo di fronte ai compagni di squadra: da quel momento, Ferguson si è responsabilizzato ancora di più, dimostrando le sue doti da leader dentro e fuori dal campo condite da prestazioni ancora più elevate dal punto di vista tecnico. Ora lo scozzese intende onorare al meglio tale ruolo durante questa fase finale di stagione, con l'intento di guidare il Bologna verso l'Olimpo europeo per concludere nel migliore dei modi una cavalcata eccezionale.

LEGGI ANCHE:  Motta: "Noi del Bologna oggi siamo i 'rompicog*ioni' di questo campionato"

 

I convocati di Thiago Motta per Bologna-Monza: riecco Beukema, assente Saelamaekers
Bologna, jolly Urbanski pronto per stupire ancora. Possibile maglia da titolare con il Monza?

💬 Commenti

Testata giornalistica
Autorizzazione Tribunale di Bologna
8577 del 16/03/2022

Copyright 2023 © Sphera Media | Tutti i diritti sono riservati |
È vietata la riproduzione parziale o totale dei testi senza il preventivo consenso scritto dell’editore.

Sphera Media è iscritta nel Registro degli Operatori di Comunicazione con il numero 39167

Powered by Slyvi