Repubblica - Aradori: "Non voglio fare paragoni né polemiche con Meo, ora c’è Dalmonte, siamo in un altro periodo"

"Noi ora dobbiamo assolutamente pensare solo alla salvezza. Serve più solidità mentale quando le cose non van bene"

Scritto da Federico Bugani  | 

Pietro Aradori (Social)

Una delle stelle biancoblù si riprende la copertina di una Fortitudo ed elogia Dalmonte:

"A me non mancava da tanto una gara così, di partite ne ho fatte, ma se poi non si vincono valgono il giusto. Una bella prestazione di gruppo e individuale, i punti ora contano, il campionato è lungo e con risultati strani. Noi ora dobbiamo assolutamente pensare solo alla salvezza. Serve più solidità mentale quando le cose non van bene, ma un passo alla volta miglioreremo. Il maggiore lavoro difensivo? Io ho sempre giocato in squadre fatte per vincere, e se vuoi vincere, dietro devi giocare di squadra, il mio talento è principalmente per fare punti ma mi sono sempre applicato anche in difesa. Sacchetti? Non voglio fare paragoni né polemiche con Meo, ora c’è Dalmonte, siamo in un altro periodo. Se penso ancora alla Nazionale? Io non mi sono ritirato, vediamo come va la stagione e se Sacchetti riterrà che valgo la maglia azzurra per quel che ho fatto con la Fortitudo io ci sarò. Champions? La priorità è assolutamente il campionato, ma a me le partite europee piacciono e sono orgoglioso di giocarle, è importante andare a Bilbao per vincere. Per me le coppe si potevan sospendere, ma si è deciso così e giochiamo. La squadra era stata costruita per una stagione molto diversa, ma ora siamo qui e dobbiamo pensare solo a salvarci".

 


💬 Commenti