Allenatori diversi, impiego diverso. Il Dan Ndoye visto in questo avvio di campionato ha un duplice volto: quello con il club, quello in nazionale. Mentre con i rossoblù è stato impiegato dal 1' in sette delle otto gare disputate dal Bologna, con la Svizzera non si può certo dire la stessa cosa. Il ct Yakin, infatti, è più improntato sulla senilità dei giocatori più che sul brio della gioventù. Gioventù che è entrata nell'ultimo quarto d'ora di gara con la Bielorussia e ha di fatto agguantato il pareggio in extremis - sotto di due reti fino al 89'- grazie alle sgasate sulla sinistra dell'esterno rossoblù e dello zampino di Amdouni, anch'esso giovane subentrante. Pareggio che non ci sta, e popolo elvetico schierato contro il ct della Nazionale, a dimostrazione di come prima o poi il brutto calcio ti si ritorce contro. Remo Freuler, a differenza del suo compagno di squadra, ha giocato 90'; solo panchina per Aebischer. I tre connazionali - come ci riporta il Resto del Carlino - faranno ritorno a Casteldebole già dalla giornata odierna. Tutti carichi e pronti a far bene già da domenica, con Dan Ndoye più motivato di prima. 

LEGGI ANCHE: C'è sempre bisogno di uno come De Silvestri

C'è sempre bisogno di uno come De Silvestri
Domenica contro il Frosinone si va verso quota 25 mila spettatori

💬 Commenti

Testata giornalistica
Autorizzazione Tribunale di Bologna
8577 del 16/03/2022

Copyright 2023 © Sphera Media | Tutti i diritti sono riservati |
È vietata la riproduzione parziale o totale dei testi senza il preventivo consenso scritto dell’editore.

Sphera Media è iscritta nel Registro degli Operatori di Comunicazione con il numero 39167

Powered by Slyvi