La Virtus cade a Kaunas: finisce 68-65 per i lituani dello Zalgiris

La Virtus Bologna esce da Kaunas con 0 punti dopo aver giocato un buon primo tempo, ma venti minuti non bastano

Scritto da Massimo Guerrieri  | 
Weems, Pajola e Mickey (Foto Virtus)

PRIMO QUARTO

I primi due punti sono di Mickey, che riceve da centro area, alza la parabola, segna, subisce fallo e realizza il libero aggiuntivo. Lundberg attacca, trova Mickey, che riapre in angolo per Hackett ed è 0-6 dopo la tripla del numero 23 bianconero. Fallo di Hackett ai danni di Evans, che si butta verso il ferro con convinzione e guadagna un viaggio in lunetta: 2/2 per lui ed è 2-6 dopo due minuti. Lundberg trova Jaiteh sotto le plance, che trova il fondo della retina in semigancio, poi i padron idi casa perdono il terzo pallone della loro partita, allora la Segafredo corre dall’altra parte con Hackett, che pesca Ojeleye in angolo e sono altri tre. Semigancio sbagliato da Mickey, lo Zalgiris ribalta l’azione ed Hayes fa 2/2 a cronometro fermo dopo il fallo di Lundberg. Grande difesa della Virtus, che ruba il pallone con Ojeleye, il quale, in aiuto dal lato debole, strappa la sfera di mano ad Hayes a centro area, poi va dall’altra parte e segna il piazzato dalla media distanza. Errore di Evans, ma le vu nere non ne approfittano con Jaiteh, che non trova il canestro da sotto il tabellone. Due canestri di Birutis ed Hackett contribuiscono a sbloccare ulteriormente i due attacchi, poi Smits manda a segno un tiro dalla lunga distanza. 1/2 da parte di Mickey dalla linea della carità, Kaunas non segna e allora lo stesso numero 25 felsineo pesca il coniglio dal cilindro con un tentativo da dietro l’arco; è 9-19 a tre minuti dal termine del quarto. Dimsa va fino in fondo ed appoggia al tabellone di mano sinistra, Teodosic corre nell’altra metà campo, ma non realizza e allora Birutis si lancia verso il canestro, subisce il contatto illegale di Bako e fa 1/2. Mannion in step back non riesce a trovare la tripla, poi commette fallo ai danni di Lekavicius, lo spedisce in lunetta eed il numero 4 biancoverde fa 2/2. Per rimettere in moto il suo attacco, la Segafredo si affida a Weems, il quale, in fade-away, ne manda due a referto e, nell’azione successiva, fa 1/2 a gioco fermo. Il pallone gira benissimo per Bologna: fantastico gioco a tre tra Teodosic, Pajola e Weems, che viene pescato indisturbato a centro area e ne segna altri due. Il parziale viene chiuso da una schiacciata di Birutis, che fa 16-24. 

SECONDO QUARTO

Weems inizia il secondo parziale come aveva concluso il precedente: due punti in fade-away da centro area e 16-26 in favore degli ospiti. Tripla di Lekavicius a segno, ma la Segafredo non si ferma più e trova il canestro di risposta dalla lunga distanza con un Weems versione Terminator. Sottomano a segno di Teodosic, che penetra senza troppi problemi nell’area avversaria ed appoggia al vetro +12 in favore dei suoi. Fallo di Pajola ai danni di Evans sul tentativo di tripla da parte del numero 2 di casa: 3/3 ed è -9 Zalgiris. Bako riceve da Pajola sotto le plance, vira per liberarsi del suo marcatore, ma si schianta contro lo stesso e commette fallo in attacco. Teodosic, dopo aver segnato con una scucchiaiata appoggiata al tabellone, tenta una magia per liberare Jaiteh sotto canestro, lo trova, ma il numero 14 spreca tutto non riuscendo a schiacciare ed Ojeleye è costretto a fermare il contropiede con un fallo. 1/2 di Jaiteh a cronometro fermo, poi i lituani non riescono a trova il canestro per due azioni di seguito, allora prova ad approfittarne Bologna, ma uno spento Jaiteh perde il manubrio e si fa rubare il pallone al centro del pitturato, per Scariolo è troppo: primo timeout del suo match. 1/2 di Butkevicius in seguito al fallo di Cordinier, poi segna anche Brazdeikis dalla linea della carità ed è 25-34 a quattro minuti dall’intervallo lungo. Altri due a segno per Brazdeikis, si corre dall’altra parte, ma Cordinier sbaglia l’appoggio al vetro, poi rimedia andando a recuperare la sfera nella metà campo difensiva. Belinelli esce a ricciolo, non trova il canestro, Kaunas parte in transizione, ma Mickey fa la voce grossa a centro area e pesca la terza stoppata della sua gara, poi lancia il pallone e fornisce un assist alla Teodosic per Weems, che, rimasto da solo dall’altra parte del campo, ne appoggia due al tabellone. Due di Ulanovas ed altri due di Evans costringono Scariolo a richiamare i suoi in panchina, la Virtus esce dal timeout con due secondi a disposizione per completare il suo attacco, ma Belinelli non riesce nemmeno a tirare. Difesa incredibile di Weems, che riesce a non commettere fallo sotto le pance, poi fallo di Ulanovas ai danni di Lundberg, rimessa per Bologna e due punti facili di Mickeyda sotto le plance. I padroni di casa provano a segnare sulla sirena di fine quarto, ma non riescono nel loro intento: si va all’intervallo lungo sul 31-38.

TERZO QUARTO

Cavanaugh apre il quarto con un appoggio al tabellone in seguito al fallo in attacco da parte di Mickey, poi si va dall’altra parte ed Hackett sbaglia la tripla dall’angolo. Ivanovas sbaglia il semigancio da centro area, Kaunas recupera il pallone e guadagna un viaggio in lunetta con Smits, che fa 1/2. Contropiede vincete degli ospiti, che ne mandano due a referto con Lundberg innescato da Hackett, ma Cavanaugh non ci sta e trova il fondo della retina con il tentativo da dietro l’arco. Ojeleye non segna in fade-away contro la difesa più dura dei padroni di casa e dall’altra parte Smits trova il semigancio vincente, portando i suoi sul 40-40. Fallo di Cavanaugh sul tentativo di Hackett di andare al ferro, 1/2 per lui ed è +1 Bologna. Smits, protagonista di questa fase di gara, inchioda al ferro il controsorpasso lituano, poi Jaiteh si rimette in moto e ne manda a segno due fondamentali per i suoi. Dopo il timeout richiesto dallo Zalgiris, Hayes commette fallo concedendo alla Virtus una rimessa in zona d’attacco, ma Jaiteh rovina tutto con il fallo in attacco. Tantissima confusione in questa fase della partita, ma, complessivamente, ne esce meglio la Virtus: tripla di Weems, appoggio al vetro vincente di Ojeleye e due difese che hanno stretto di parecchio le loro maglie. Dimsa si aiuta col vetro e di mano destra firma il 48-49 ad un minuto dal termine del quarto. Brazdeikis si protegge bene con il ferro, evita l’intervento di Cordinier e trova il +1 per i padroni di casa. Teodosic prende in mano la situazione, manda a segno il tentativo dalla lunga distanza, porta Bologna sul +3, ma Hayes ne mette due da centro area a fine parziale e permette ai biancoverdi di tornare sul -1. Il quarto si chiude sul 52-53.

QUARTO QUARTO

Fallo di Dimsa ai danni di Jaiteh, 1/2 del centro francese, poi Pajola ruba palla sula  rimessa avversaria, ma la riperde poco dopo. Scarico di Teodosic per Cordinier, tripla dall’angolo del numero 00, mentre, dall’altra parte, Evans va fino al capolinea e ne appoggia due al tabellone. Grande sforzo di Jaiteh, che, oltre al lavoro nella metà campo difensiva, riesce a trovare il fondo della retina dal centro del pitturato, poi secondo canestro consecutivo di Smits, le vu nere ripartono, non trovano il canestro, ma, sul ribaltamento di campo, aggiusta tutto Pajola recuperando il possesso del pallone. Lundberg si prende un tiro dal lato dell’area in step laterale, ma il tentativo si stampa sul primo ferro, allora Kaunas riparte, Cordinier ferma l’azione senza però andare a segno in fase offensiva. Lundberg si mette in mostra, evita un facile contropiede dei lituani, si butta verso il ferro, segna, subisce il fallo di Smits ed insacca il tiro libero aggiuntivo. Dopo il timeout richiesto dallo staff dei padroni di casa, Ojeleye fa 2/2 dalla linea della carità, poi sbaglia Lundberg e arrivano quattro errori consecutivi da parte dello Zalgiris, in una fase di gara in cui non segna più nessuno. Brazdeikis batte Mickey, insacca facilmente i due punti, ma risponde Lundberg, che non ci sta, si butta in area ed, aiutandosi col vetro, trova il 60-65 in favore degli ospiti. Brazdeikis supera Mickey, mette a segno il 62-65 ed obbliga Scariolo al timeout. Al rientro delle squadre in campo, Evans alza il falughter e porta i suoi a -1 a quaranta secondi dal termine del match. Airball di Teodosic, Kaunas richiede il timeout per organizzare l’azione offensiva, le squadre tornano in campo e, sfruttando la rimessa da metà campo, i padroni di casa trovano il canestro con Brazdeikis. Otto secondi dalla fine, rimessa Segafredo, palla in mano a Ojeleye, che la passa a Teodosic e arriva la palla persa. Fallo di Pajola su Brazdeikis, 2/2 da parte del numero 17, poi Lundberg non riesce a ricevere sull’ultima rimessa in favore dei felsinei, gli arbitri concedono una palla a due, da cui, però, esce Evans con la sfera in mano. L’incontro termina sul punteggio di 68-65.


💬 Commenti