Brescia-Virtus, le pagelle: Weems trascina, la squadra lo segue

Le nostre pagelle a Virtus e Brescia, in seguito al match del Palaleonessa A2A vinto dai felsinei

Scritto da Massimo Guerrieri  | 
Kyle Weems (Foto Virtus)

La Virtus Bologna vince una partita importante contro una Germani Brescia non al meglio e riconquista il primo posto in solitaria. 

I due punti ottenuti dalla compagine felsinea sono importanti per la classifica, ma anche a livello mentale, poiché danno continuità alla perfetta settimana europea e rilanciano i bianconeri in LBA, in seguito alla sconfitta dello scorso weekend contro Scafati

Le pagelle

VIRTUS

WEEMS 8 - il migliore dei suoi. Dopo due buone prestazioni in Eurolega nel corso della settimana, si conferma in crescita dopo un periodo difficile. 14 punti, 2 rimbalzi e 3 assist per l'esterno americano, che primeggia in difesa, guida i suoi compagni caratterialmente ed incide anche nella metà campo avversaria. In occasione dell'ultimo tentativo di rimonta da parte di Brescia, segna una tripla fondamentale.

JAITEH 7,5 - seppur con qualche sbavatura, dovuta, certamente, anche alla poca esperienza, fornisce una prestazione di livello e, così come il suo compagno in canotta numero 34, si conferma in crescita dopo un inizio difficile di stagione. Per buoni tratti di gara giganteggia nel pitturato, supera i centri avversari col suo semigancio e difende discretamente. A rimbalzo è sempre presente, ma non sempre riesce a controllare la sfera e su questo deve lavorare. 

SHENGELIA 7 - l'inizio della partita è complicato per il georgiano, il quale, però, cresce con l'avanzare dei minuti e, alla fine, chiude il match con 13 punti, 5 rimbalzi e 2 assist a referto. Riesce a sfruttare bene i suoi movimenti e la sua esperienza, seppur non sia in una giornata spettacolare, e si rende sempre utile per la squadra. 

MANNION 7 - queste sono le sue partite e lo fa vedere. Si esalta quando la sua squadra corre in transizione ed ha la tranquillità mentale per creare gioco nel modo giusto. Incide sulla gara a livello offensivo, tira con discrete percentuali e si applica in difesa. In campionato può essere davvero un'arma fondamentale per coach Scariolo grazie al suo talento. 

LUNDBERG 6 - solido, ma nulla di più. Segna i tiri che deve segnare, difende molto bene, ma a tratti e, forse, dimostra di poter uscire da un recente momento difficile di stagione. 9 punti e 3 assist per la guardia danese, la quale sbaglia qualche conclusione di troppo, ma, tutto sommato, non commette errori così gravi da non meritarsi la sufficienza. 

BELINELLI 7 - gioca da capitano e si avvicina sempre più (-6 dopo la gara di oggi), a quota 2500 punti in LBA in carriera. Mette al servizio della squadra la sua esperienza, la sua grande tecnica e la capacità di non scomporsi mai, qualsiasi momento del match la sua compagine stia vivendo. 7 punti, 2 rimbalzi e 1 assist di puro talento, contornato da qualche azione difensiva degna di nota e da uno stato di salute fisica niente male. 

TEODOSIC 7,5 - viene impiegato in campionato nonostante la Virtus arrivi dal doppio impegno di Eurolega e risponde presente. 7 punti, ma, sopratutto, 8 assist di puro talento. E' abbastanza ispirato e lo si nota fin dalle prime fasi di gara, crea gioco e, coi suoi passaggi, regala ai compagni la possibilità di andare facilmente al ferro. In difesa si impegna e, tutto sommato, nella sua metà campo, fornisce una prestazione di livello. 

CAMARA 6,5 - gioca solo sei minuti, ma, quando è sul parquet di gioco, non passa di certo inosservato. 6 punti, 4 rimbalzi ed una grande presenza nel pitturato per il giovane classe 2001, che mette in mostra le sue doti atletiche, ma anche tecniche, segnando in post basso con un semigancio niente male, su cui dovrà, ovviamente, lavorare per perfezionarlo. Per lui anche una stoppata da highlights. 

HACKETT 6 - solo 3 punti per l'esperto playmaker italiano, che chiude il match senza rimbalzi o assist a referto. Raggiunge la sufficienza solamente grazie alla difesa, di livello ed esperienza come sempre e funzionale alla squadra. Gestisce discretamente i possessi che passano dalle sue mani e non mostra particolari segni di stanchezza in seguito alla settimana di Eurolega. 

BAKO 5,5 - dei tre centri a referto per i bianconeri è certamente il peggiore. La sua prova non è da buttare, ma conferma una sua caratteristica problematica, ossia la grande difficoltà a giocare spalle a canestro. Quando può sfruttare il pick and roll con Teodosic e lanciarsi verso il ferro è, di fatto, inarrestabile, ma in post basso risulta parecchio prevedibile. In difesa non sfigura, ma niente di più. 

MARTINI n.e.

PAJOLA n.e.

SCARIOLO 7,5 - la sua Virtus fa tre su tre in una settimana complicata, sia in Europa che in Italia e questo è, certamente, anche merito suo. Non si scompone mai, gestisce bene le rotazioni e prepara in maniera attenta il match. 

BRESCIA: Della Valle 6, Cobbins 6, Massinburg 6.5, Cournooh 5.5, Nikolic 5.5, Akele 5, Gabriel 5, Burns 5.5, Odiase 4.5, Taylor 4.5, Laquintana s.v., Ghidini n.e., Magro 5.5, 


💬 Commenti