Bologna, ritorno al gol per Mbaye: dall’adozione all’integrazione col club

Ibrahima Mbaye ritorna al gol dopo 3 anni

Ibrahima Mbaye esulta dopo la rete alla Lazio (ph. Official Twitter Bologna Fc)Il terzino del Bologna Ibrahima Mbaye, è tornato sul taccuino dei marcatori dopo un lungo periodo di digiuno dal gol. Il difensore, infatti, non segnava in una partita ufficiale dai tempi della panchina presieduta da Inzaghi. Nella difficile gara contro la Lazio, il giovane giocatore senegalese è tornato a segnare, incoronando una prestazione del tutto superlativa.

La vittoria dei felsinei contro i biancocelesti, è arrivata a seguito di un risultato di due reti a zero. Una performance impeccabile sotto qualsiasi punto di vista, contro un avversario qualitativamente superiore. Le reti di Sansone e Mbaye hanno regalato un sorriso a Mihajlovic, in un periodo certamente non proprio roseo per l’allenatore serbo. Il ritorno al gol di un giocatore come Mbaye, è un vantaggio anche per quanto concerne il morale dell’intera squadra

Bologna, la Lazio non riesce a incidere: è 2-0 per i padroni di casa

La vittoria del Bologna contro la Lazio, rappresenta un passo importante in classifica. Attualmente in undicesima posizione, i rossoblù pensano attentamente già da ora alla determinante sfida contro il Cagliari. La storia legata al difensore senegalese, calcisticamente e non, è certamente parte di un bellissimo contesto.

Nato e cresciuto nella scuola calcio fondata da José Mourinho, il giocatore è passato stabilmente al Bologna dopo un periodo formato da vari prestiti e brevi apparizioni. Nel 2015, il suo procuratore Beppe Accardi ha avviato tutte le pratiche burocratiche necessarie per la sua adozione. Tra divertimento e spensieratezza, il giocatore fin da subito è diventato un membro adorato del club e della sua “nuova” famiglia. 


💬 Commenti