Fortitudo, Sacchetti: "Dopo una vittoria non siamo diventati i Celtics"

Il coach biancoblu presenta la trasferta di Sassari

Scritto da Dario Ronzulli  | 

Meo Sacchetti

Il coach della Fortitudo Lavoropiù ha presentato così la trasferta di domani (ore 12, diretta Eurosport Player e Nettuno Bologna Uno):

"Cerchiamo di aumentare l’intensità e l’aggressività, con Trento abbiamo fatto un passettino avanti, ora ci serve qualcosina di più. Dobbiamo imparare a conoscerci, come ad esempio la capacità che ha Happ di fare da regia aggiunta e trovare i compagni. Per questo dobbiamo cercarci di più. Sassari ha una squadra che non se giocherà come Tillman, ha recuperato Gentile, ha gente che fa canestro da fuori, la solita identità di giocare spalle a canestro. Rispetto all’anno scorso hanno perso Pierre, ma strutturalmente cercano di giocare in quel modo per poi aprire il gioco per i tiratori. Non è che dopo una partita siamo diventati i Celtics, dobbiamo crescere tanto perché credere che sia bastata una vittoria per essere arrivati vuol dire non aver capito niente".


💬 Commenti