Ciclismo: oggi la giornata della Memoria dei caduti sulle strade

Alle 9.30 la S. Messa a San Luca celebrata dal Card. Matteo Zuppi

Scritto da Matteo Fogacci  | 

Oggi la Federazione ciclismo di Bologna celebra la "Giornata della Memoria" nel ricordo di tutte le vittime sportive della strada, tutti coloro che hanno perso la vita praticando sulle strade i loro amati sport (ed il Ciclismo è quello che paga sicuramente il prezzo più alto).

Dal 2014 gli organizzatori celebrano presso la Basilica di San Luca una Messa in suffragio di queste vittime. Non solo, dal 2018 ha aderito a questo nostro Progetto il Cardinal Matteo Maria Zuppi che viene personalmente a presiedere la Santa Messa. Inoltre, la volontà è quella di istituzionalizzare questa manifestazione che ha avuto nel 2018 il patrocinio da parte del presidente della federciclismo Renato Di Rocco. L'anno passato il Covid non ha permesso di svolgere la cerimonia ma quest'anno è stata immediatamente riproposta. La data definita è il 13 Maggio perchè è il giorno in cui ha perso la vita Mauro Talini.

Chi era Mauro? Un atleta toscano di Massarosa (Lu), diabetico, insulino dipendente, che faceva del pedalare in solitaria il suo modo di dimostrare che il diabete non è un limite.

L'ultima straordinaria impresa che aveva preparato era un viaggio in solitaria da Sud a Nord del Mondo. Mauro è partito il 1° Gennaio 2013 da Ushuaya, nella Tierra del Fuego e, dopo 25.500 chilometri e circa sette mesi di viaggio risalendo tutto il Continente Americano, avrebbe dovuto approdare a Prudhoe Bay in Alaska. Purtroppo quel viaggio si è tragicamente interrotto il 13 maggio nel deserto de L' Altar dove un camion lo ha travolto lasciandolo sulla strada senza nemmeno soccorrerlo. Per quel viaggio era stato tesserato con la Polisportiva Villafontana e da allora è sempre stato considerato un atleta della polisportiva.

Quest'anno la data non ha potuta essere mantenuta al 13 maggio perchè in quei giorni la Madonna di San Luca (come ogni anno) è scesa in città presso la Basilica di San Pietro. In accordo con l'arcivescovo Zuppi ed il Rettore della Basilica di San Luca la celebrazione è stata programmata per oggi, venerdì 21 maggio.

Dopo la morte di Mauro, insieme ai famigliari ed agli amici e stata fondata una Associazione no profit dal nome "Ancora in Viaggio" (con sede a Massarosa) che porta avanti i messaggi di speranza che Mauro portava in giro per il Mondo. Oltre al diabete ed alla spiritualità che caratterizzava Mauro, ha aggiunto tra i suoi obiettivi, la salvaguardia del creato e la sicurezza stradale.

Negli ultimi due anni un gruppo di "Pedalatori" ha contattato l'organizzazione manifestando l'intenzione di concludere a staffetta il viaggio che Mauro aveva iniziato. Causa Covid ci sono stati rinvii ma ormai sembra certo che nella Primavera 2022 quel viaggi ripartirà dal luogo dell'incidente e, grazie ad una decina di pedalatori che percorreranno in coppia diverse tratte, si passeranno il testimone andando a completare questo viaggio. E proprio per fare il "lancio" di questa "Ripartenza" questa mattina, dopo la Messa, gran parte di loro partiranno per una tre giorni di pedalate che ci condurrà da San Luca alla Madonna del Ghisallo in provincia di Como.


💬 Commenti