Geetit sconfitta da Macerata ma è festa per il ritorno al PalaDozza

La capolista si impone in quattro set sui ragazzi rossoblù

Scritto da Marco Vigarani  | 

La Geetit Pallavolo Bologna ha riconquistato il PalaDozza con centinaia di bolognesi guidati dal sindaco Matteo Lepore a tifare per la squadra della città nel campionato di A3. I rossoblù non sono riusciti nell’impresa di strappare punti alla capolista Macerata ma hanno almeno strappato un set agli avversari.

Il primo set vede la Geetit restare aggrappata agli avversari nonostante qualche battuta sbagliata e trovare il primo doppio vantaggio già sul 6-4 per poi allungare fino al 14-10 grazie all’ace del capitano Marcoionni. È il momento decisivo che sposta l’inerzia della frazione dalla parte dei padroni di casa che, nonostante Macerata riesca ad annullare due set point, si aggiudicano il primo parziale per 25-22.

Nel secondo parziale gli ospiti sono partiti forte a caccia di riscatto e Bologna ha avuto bisogno di metà parziale per provare a tornare a contatto sul 12-13 accusando però il colpo di un nuovo allungo avversario. Nel finale del set però i punti di Spagnol e un buon lavoro a muro hanno consentito alla Geetit di arrivare nuovamente ad un soffio dalla rimonta annullando anche un set point ai marchigiani prima di arrendersi per 23-25.

Macerata ha poi continuato a premere sull’acceleratore anche in avvio di terzo set firmando subito un break decisivo portandosi in pochi scambi sul 2-8. Coach Asta ha così deciso di rivoluzionare il suo sestetto chiedendo una scossa a Dalmonte e Bonatesta ma la rimonta si è fermata al massimo al -5. Sprofondata nuovamente nel punteggio, la Geetit ha comunque avuto la grinta per annullare quattro set point prima di arrendersi sul 18-25.

Nel quarto parziale è stata ancora Macerata a dettare i ritmi ma Bologna è riuscita a restare a contatto fino al 6-9 recuperando anche lo svantaggio accumulato fino al 10-14 ma la formazione ospite ha poi impresso l’ultima accelerazione per involarsi verso il successo da tre punti inchiodando a terra l’ultimo pallone già sul 17-25.


💬 Commenti