Virtus e Fortitudo, coppe europee in bilico tra Euroleague e FIBA

L'EuroCup e la Champions League partiranno ma senza una linea comune per i club che chiedono margini di manovra chiari

Scritto da Paolo Di Domizio  | 

Nell'ambito della Festa dell'Unità svolta in Fiera a Bologna si è tenuto un dibattito su Bologna Basket City. Ospiti della serata Luca Baraldi, Amministratore Delegato di Virtus Segafredo, Paolo Ronci, GM delle V nere, Cristian Pavani, presidente della Fortitudo e coach Meo Sacchetti. Tra le varie tematiche trattate, la più importante sicuramente quella legata alle coppe europee che Virtus e Fortitudo dovranno affrontare, in questa stagione caratterizzata dalla pandemia di coronavirus. 

La Virtus è in continuo contatto con Euroleague, come confermato dalle parole di Baraldi: “L’Eurolega vuole iniziare l’Eurocup. Ma non possiamo andare ora in Lituania per la prima partita perché dovremmo poi stare in quarantena. Stiamo lavorando per capire se ci sono margini di manovra per noi squadre professioniste”. ha spiegato l'AD bianconero. Euroleague si sarebbe mostrata poco tollerante nei confronti delle problematiche organizzative e logistiche delle società, costringendo i club a trovare una soluzione per iniziare l'EuroCup. Un po' più disponibile, invece, la FIBA, come spiega il presidente biancoblù Pavani: “La FIBA vuole partire, c’è la volontà di iniziare la Champions League. Ma purtroppo dobbiamo vivere alla giornata ed è un problema dal punto di vista organizzativo prima ancora che economico". Luci e ombre, dunque, all'orizzonte per le competizioni europee, anche se il tempo stringe e la luce in fondo al tunnel sembra lontana.


💬 Commenti