Seguici su Twitch

La Virtus banchetta a Treviso ed è matematicamente prima

Una partita dominata dal primo quarto regala agli uomini il primo posto aritmetico in campionato.

Scritto da Alessandro Iannacci  | 
Milos Teodosic (Foto Virtus Bologna)

La Virtus Bologna passeggia sopra una Nutribullet Treviso poco incisiva e conquista la 15esima vittoria consecutiva. Il successo di 76-113 sulla squadra di Nicola vale per i bianconeri la certezza aritmetica del primo posto in Campionato e la possibilità di gestire i prossimi impegni con Sassari e Brescia. Due punti che derivano dalla netta superiorità di Teodosic e compagni sugli avversari, accentuata da un incredibile percentuale da tre che supera il 60%. Una statistica che mette alle spalle le difficoltà della Segafredo al tiro viste in Eurocup. Bene Teodosic (16 punti) e Jaiteh (14), mentre Tessitori (17), Hervey (15)  e Mannion (10) sono i protagonisti aggiunti della partita.

LA CRONACA

La Segafredo ha un buon avvio in attacco, sfruttando Teodosic per segnare e trovare spazio per i compagni. Jaiteh segna da sotto il canestro del +3 (5-8) e Hackett capitalizza uno straordinario assist di Teodosic con la bomba dell’allungo. Treviso rimane a contatto con le giocate estemporanee di Dimsa e Akele, ma la fisicità dei bianconeri è prevalente e Jaiteh continua la sua grande serata firmando il break del +9 (10-19). Russell sblocca i suoi in penetrazione, mentre la virtus gioca benissimo e conquista con Tessitori il +11 (14-25). Il centro italiano è il grande ex del turno e al Palaverde può contare su un minutaggio elevato per l’assenza si Sampson dettata dal turnover. I padroni di casa non ci sono e le VuNere chiudono sul +18 il primo tempo (14-32). Nel secondo quarto non cambia la storia del match. La circolazione di palla dei bianconeri è estremamente efficace e la difesa delle VuNere costringe Treviso a brutte forzature. Mannion fa +28 dopo 13 minuti di gara . Dimsa si rimette in partita, mentre Bologna allenta un po’ la presa collezionando qualche palla persa. La penetrazione di Russell del -23 convince Scariolo a chiamare il primo time out della sua partita. La Nutribullet trova costanza al tiro, muovendo finalmente il tabellina con Bortolani e Sims. La Segafredo, però, è brava ad amministrare l’ampio vantaggio, chiudendo il primo tempo sul +18 (34-52).

 

I padroni di casa provano ad accendersi con Sims e il fallo antisportivo fischiato ad Hackett consente ai giocatori allenati da Nicola di rosicchiare altri punti e portarsi a - 14 (38-52). Alle VuNere, però, bastano alcune buone difese per correre in transizione e allungare fino al +19 con due bombe di Teodosic. Con questi canestri il serbo raggiunge quota 1000 punti con la canotta della Virtus Bologna. Mannion si fa sentire in difesa e offre a Jaiteh la facile schiacciata del +21, rispondendo alla prima tripla dal campo di Green. Hervey segna con continuità benedicendo gli assist di Teodosic e porta a casa una netta doppia cifra. Belinelli si iscrive all’ottima serata dall’arco dei bianconeri e la Segafredo chiude il terzo quarto sul +33 (53-86). L’ultimo quarto per la Virtus è una formalità e i bianconeri vincono 76-113. Un successo che certifica in maniera aritmetica il primo posto in regolar season.


💬 Commenti