Seguici su Twitch

Bologna, la bella prova non basta: a Cagliari i rossoblù perdono 2 a 1

Decisivi due errori: la rete di Paananen dà speranze, ma sono vane

Scritto da Giacomo Guizzardi  | 
Finisce 2 a 1 in Sardegna: a secco Raimondo (Foto BFC)

Si ferma, dopo due vittorie di fila, il percorso del Bologna Primavera, che dopo aver regolato Juventus e Genoa si blocca a Cagliari, in casa dei sardi: finisce 2 a 1 ad Asseminello, con i ragazzi di Vigiani che possono rammaricarsi per i due errori che sono valsi i gol dei padroni di casa ma allo stesso tempo la squadra che esce dalla trasferta sull’isola sarda è una formazione autrice di un’ottima prova, alla quale sono mancate soltanto le reti.

A decidere due fiammate nei primi minuti dei due tempi: Desogus, su rigore, e Kourfalidis regalano tre punti alla formazione di Agostini, momentaneamente recuperati nella prima frazione da Paananen, che con il gol segnato oggi sale a 8 reti siglate in campionato. Dopo la gara di oggi il Bologna rimane a 30 punti, con la squadra di Vigiani che tornerà a giocare tra due settimane, quando a Casteldebole arriverà la capolista Roma. 

Questa mattina male il direttore di gara, poco preciso in parecchie situazioni: il Cagliari recrimina per un rigore non assegnato, il Bologna per una gestione dei cartellini quantomeno discutibile. Il risultato è che, nonostante il 2 a 1 finale, le polemiche durante i 90 minuti non si sono sprecate.

 

La partita

Parte malissimo la mattina sarda per il Bologna, che dopo due minuti è già sotto: Luvumbo scappa alla difesa rossoblù, Bagnolini lo atterra e l’arbitro non può fare altro che decretare il rigore, ammonendo il portiere, e consentendo a Desogus di portare avanti i suoi dagli 11 metri. La squadra di Vigiani non si disunisce e anzi, inizia a macinare gioco e a prendere campo: Pagliuca, ormai trasformato in mezzala, ci prova da fuori, senza esito, mentre Bagnolini tira un sospiro di sollievo al 19’ quando sulla punizione di Conti Zallu impatta di testa senza realizzare. Al 23’ Paananen si costruisce un’azione solitaria, trovando il tempo di tirare, ma è al 34’ che il Bologna rimette la gara in equilibrio: Raimondo – oggi poco presente nel momento della conclusione ma autore di una gara sostanziosa e di fatica – tiene miracolosamente in vita un pallone che sembrava destinato al fondo, Paananen ci crede e dopo aver battuto la concorrenza della difesa sarda trova il suo ottavo gol in campionato, che vale l’1 a 1. Nel finale di tempo il Bologna sfiora addirittura il 2 a 1, con Pagliuca che al 41’ tenta la sorte dalla distanza: pallone che si stampa sulla traversa e Cagliari che si salva in extremis. 

I ragazzi di Vigiani escono distratti dallo spogliatoio e il Cagliari ne approfitta: al 4’ Desogus alza la testa e pesca Kourfalidis che, inseritosi sul secondo palo, sfugge ad Annan, e dopo aver stoppato di petto conclude in porta trovando la sua seconda rete di fila. Il Bologna accusa il colpo e rischia di capitolare all’11’, ma il mancino strozzato di Cavuoti non trova nessuno sul secondo palo: da questo momento in avanti è dominio, quantomeno territoriale, del Bologna, che amministra bene il pallone ma fatica terribilmente a sfondare le linee avversarie: Vigiani inserisce anche Rocchi, cambiando l’assetto dei suoi, e garantendo un’arma in più davanti, ma la prima vera occasione arriva al 26’, con il filtrante di Wallius che viene deviato in corner. Due minuti dopo Desogus spreca la possibilità di chiudere una gara che corre il rischio di riaprirsi in ogni istante gettando alle ortiche un pallone interessante con un pallonetto senza capo né coda, che fa infuriare la panchina sarda: il Bologna torna ad affacciarsi dalle parti di D’Aniello ma manca la conclusione che potrebbe impensierire la difesa sarda. Al 37’ proteste veementi, e giuste, da parte del Cagliari, con Luvumbo che scappa ad Amey in area e viene atterrato dal difensore classe 2005. Per l’arbitro, però, quasi inspiegabilmente non c’è nulla e fa proseguire. L’ultima occasione della gara capita sui piedi di Raimondo: rimessa laterale letta male dalla difesa del Cagliari, ma la girata dell’attaccante, da dentro l’area, si spegne alta sulla traversa. 

Il tabellino della gara

Cagliari – Bologna 2-1

Cagliari (4-3-3): D’Aniello; Zallu, Corsini, Iovu, Secci; Kourfalidis, Conti (31’ st Carboni), Cavuoti (31’ st Schirru); Luvumbo, Yanken (16’ st Vinciguerra), Desogus (38’ st Sulis). Allenatore: Agostini. A disposizione: Lolic, Fusco, Caddeo, Vitale, Pulina, Murru, Martino. 

Bologna (3-5-2): Bagnolini; Mercier (12’ st Rocchi), Stivanello, Amey; Wallius, Bynoe, Urbanski (43’ st Cupani), Pagliuca, Annan; Paananen, Raimondo. allenatore: Vigiani. A disposizione: Albieri, Acquah, Sakho, Casadei, Arnofoli, Cossalter, Pietrelli, Lahdenmaki. 

Marcatori: 2’ pt rig. Desogus (C), 34’ pt Paananen (B), 4’ st Kourfalidis (C). 
Ammoniti: 1’ pt Bagnolini (B), 39’ pt Amey (B), 18’ st Luvumbo (C).
Note: recupero 0’ pt – 4’ st.
Arbitro: Ancora di Roma1.

 


💬 Commenti