Seguici su Twitch

La Virtus batte Bursaspor con troppa fatica

I turchi rimangono in partita fino all'ultimo, ma i canestri di Weems sono decisivi per il 98-94 finale.

Scritto da Alessandro Iannacci  | 
Milos Teodosic (Foto Virtus Bologna - Matteo Marchi)

La Virtus continua a complicarsi la vita sprecando un vantaggio di 19 punti a cavallo tra il terzo e il quarto quarto, ma riesce a conquistare una vittoria fondamentale in ottica girone di Eurocup. Bursaspor trova una partita irreale dai suoi esterni, con Andrews che tocca 37 punti personali e tiene in corsa i suoi fino agli ultimi istanti. Decisivi nel finale i singoli, con 8 punti di Weems e una palla recuperata preziosissima di Jaiteh, miglior realizzatore per i bianconeri (23). 

CRONACA

C’è tanta ruggine nelle prime azioni offensive delle due squadre e gli ospiti sbloccano il risultato con l’appoggio di Dudzinski. Weems si accende subito, realizzando 5 punti personali e regalando alla Segafredo il 5-5. Il Bursaspor sempre più rapido in avvio e il tap-in di Bitim vale il +3 per la squadra di Alimpijevic. Le Vnere concentrano il proprio gioco sotto canestro, trovando in Jaiteh un ottimo terminale per agguantare il nuovo vantaggio (11-10) e costringere lo staff turco a chiamare time out. Gli ospiti però continuano a girare meglio il pallone e Andrews riporta i suoi avanti addirittura fino al +9 (11-20), sfruttando le copiose palle perse bianconeri. Scariolo convoca i suoi in panchina ma le enormi difficoltà della Segafredo non sembrano trovare soluzione e il Bursaspor dilaga fino al +12. In chiusura di primo quarto Cordinier suona la carica con una tripla sulla sirena che rende meno amaro il gap (14-23). La via del canestro per Bologna è tortuosa ed è la coppia Cordinier-Belinelli a dare nuova linfa con le triple del -7 (20-27). Mannion accorcia ulteriormente dalla lunetta, mentre le percentuali di Bursaspor calano dopo un ottimo avvio. Belinelli è ancora concreto dal’arco e i turchi chiamano un nuovo time out con la Virtus a -2. Olmaz segna da tre ma Belinelli è scatenato e risponde con un’altra bomba con scarso equilibrio. La Virtus ritrova il pareggio con l’elegante canestro di Tessitori, entrato in campo per sostituire un pessimo Sampson in entrambe le fasi del gioco. Andrews è in grande fiducia e realizza un gioco da 4 importante, ma Teodosic alza il ritmo delle VNere, smistando due assist semplicemente da capitalizzare per il 34-34. Bologna migliora il suo gioco con il passare del tempo e nei minuti finali del secondo quarto riesce a toccare il massimo vantaggio (51-44).

 

Andrews prosegue nella sua partita irreale (22 punti in 23 minuti di partita), ma l’attacco della Virtus trova facilmente il canestro e i liberi di Milos Teodosic regalano ai bianconeri la doppia cifra di vantaggio. Jaiteh non ha rivali in area e la sua schiacciata costringe il Bursaspor a fermare il gioco per non perdere il treno del match. Gli uomini di Alimpijevic però non riprendono il filo con il match: Pajola e teodosic puniscono da tre e il vantaggio di 16 punti sembra indirizzare definitivamente il match. Jaiteh tocca i 23 punti personali e la Segafredo raggiunge il +19 a metà terzo quarto, ma deve ancora fare i conti con Andrews, vero trascinatore degli ospiti: il libero del -10 è il suo 30esimo punto personale e rilancia i turchi nel match. Sampson commette altri errori poco comprensibili e gli ospiti ne approfittano per rientrare fino al 78-73 di fine terzo quarto. Cordinier cerca di lanciare i bianconeri verso la vittoria, ma i regali difensivi della Virtus consentono a Needham e compagni di rimanere in partita. Bitim riporta i suoi a -2 (86-84) con due canestri alquanto fortunosi e Andrews concretizza la rimonta con il contropiede del 86-86. Jaiteh si rende protagonista in negativo con due falli consecutivi che regalano al Bursaspor il +4. Le Vnere reagiscono con Kyle Weems, che azzanna la partita nel momento decisivo e riconsegna il vantaggio alla Segafredo. Bursaspor sbatte ssulle difese virtussine, finalmente efficaci, ed esce sconfitta dal recupero di Eurocup


💬 Commenti