Seguici su Twitch

Chiude col botto il mercato della Fortitudo: ecco Gonzalez

I biancoblu assicurano il mound con il mancino Luis Gonzalez

Scritto da Marco Vigarani  | 

La UnipolSai Fortitudo conclude con un grande colpo la campagna di completamento e rafforzamento del roster per la stagione 2022. A pochi giorni dall'avvio della Pool Scudetto, i biancoblu “spendono” il terzo visto per atleta non comunitario e si assicurano le prestazioni dell'eccellente trentenne lanciatore mancino dominicano Luis Gonzalez, che vanta una lunga carriera professionale disputata fra Minor League (con le franchigie di Philadelphia, Baltimora e San Francisco), Nippon Professional Baseball (massimo campionato giapponese, nel 2020 con Chunichi) e Winter League Dominicana (5 stagioni con Estrellas Orientales). Il neo biancoblu ha iniziato la carriera come lanciatore partente, distinguendosi successivamente soprattutto come rilievo, impiegato nelle ultime stagioni in triplo A, praticamente l'anticamera della Major League. Formerà con Raul Rivero la coppia di lanciatori stranieri che può essere utilizzata nella prima gara di ogni weekend e nelle gare 1, 4 e 7 di semifinale e finale.

Luis Humberto Gonzalez nasce a Santa Cruz de Mao (Rep. Dominicana) il 17 gennaio 1992, presenta un fisico atletico (188 cm per 77 kg) e un braccio mancino che può fare la differenza, con doti di controllo ma anche di potenza, che, complice anche un infortunio alla caviglia, nel tempo convincono i tecnici ad impegnarlo come rilievo, anche con il ruolo di closer, dopo un inizio carriera da partente. Conta in particolare su tre ottimi lanci (fastball, slider e cambio) e tira strike. Le cifre della sua carriera in Minor League sono eloquenti: 32 vittorie e 20 salvezze, a fronte di 37 sconfitte (ERA 4.91) sono il suo bottino di 11 stagioni in Minor League, disputando 239 gare (23 da partente) e un totale di 575.2 riprese. La sua media strikeout ogni 9 riprese è 9.4 (11.3 in triplo A, 11.6 in doppio A), a fronte di 4.1 basi ball. Nelle 5 stagioni disputate nella competitiva lega invernale dominicana con Estrellas Orientales ottiene 6 vittorie e una salvezza a fronte di sole 2 sconfitte, in 54 gare e 52.2 riprese lanciate, con media strikeout 10.3 a fronte di media basi ball 3.8.

La sua carriera professionale inizia a maggio 2010, quando firma diciottenne un contratto con i Phillies per disputare a livello rookie la Summer League dominicana, giocando 10 incontri, con 9 partenze, una gara completa e un bilancio di 3 vinte e 3 perse. Nel 2011 passa alla Gulf Coast League, sempre a livello rookie, raccogliendo altri 3 successi, a fronte di 2 sconfitte, in un totale di 12 incontri con 7 partenze. Nel 2012 conclude la sua esperienza con i Phillies disputando un campionato in singolo A short season, con Williamsport, utilizzato sia da partente che da rilievo, con 3 sconfitte a carico, a fronte di una salvezza e ERA 4.62. Dopo essere stato rilasciato a marzo, il 18 luglio 2013 firma un nuovo contratto da free agent con i Baltimora Orioles, iniziando con loro un lungo sodalizio, che parte con 9 ottime gare a livello rookie nella Summer League dominicana, concluse con 2 vittorie, una salvezza e una sconfitta, ERA 1.35 in poco più di 13 riprese da rilievo. Nel 2014 è lanciatore partente dei Delmarva Shorebirds, singolo A, South Athlantic League. In 17 gare il suo bilancio è 6-4, ERA 4.83, 72 K in 76.1 inning. Nel 2015 sale ancora di livello con i Frederick Keys (A+, Carolina League), impiegato ancora da partente, con un bilancio di 6-11, collezionando 91 K in 117.2 inning. E' confermato a Frederick anche nelle due stagioni successive, ma, rientrato dall'infortunio alla caviglia che ne limita l'utilizzo, nel nuovo ruolo di rilievo, chiudendo il 2016 con 1-2, 2 salvezze, ERA 3.13, 43 K in 31.2 inning; nel 2017 sale in cattedra con 6-2, 5 salvezze, ERA 2.47, 75 K in 62 riprese. Per lui anche 9 gare nell'Arizona Fall League, con i Salt River Rafters, ottenendo 2 vittorie e 1 salvezza, con ERA 0.00 in circa 9 riprese.

Nel 2018 Gonzalez è maturo per un nuovo salto di categoria e disputa 28 incontri con i Bowie Baysox (AA, Eastern League), chiudendo con 2-1, 7 salvezze, ERA 2.17, l'inserimento nella All-Star di Lega di Mid-Season e altre 14 gare in triplo A con i Norfolk Tides, con un bilancio di 2 salvezze e 2 sconfitte. Nel 2019 si ripete lo schema, disputando 23 gare con Norfolk e 15 con Bowie, con un bilancio complessivo di 3 vittorie, 2 salvezze e 5 sconfitte, ERA 3.18.

Nel 2020, con la stagione delle Minors americane saltata per Covid, Luis Humberto ottiene un ingaggio nel baseball professionale giapponese, militando l'intera stagione con Chunichi Dragons. Per lui 6 partite in Western League, con una salvezza, ERA 2.57 e altri 28 incontri in Central League, con ERA 4.78. Nel 2021 firma ancora da free agent un contratto professionistico con i San Francisco Giants e viene assegnato in triplo A, con i Sacramento River Cats, con i quali disputa 20 gare, per un totale di oltre 25 inning, con una sconfitta a carico e 33 strikeouts all'attivo. Nell'ultima stagione invernale in Lega Dominicana, con Estrellas, ha disputato 10 gare (10.1 IP), con una vittoria, ERA 4.35.

LEGGI ANCHE: Fortitudo, il futuro non è a rischio


💬 Commenti