Seguici su Twitch

Fortitudo-Cremona 85-83, la cronaca: la Effe vince e torna a vedere la luce

Lo scontro tra le ultime due in classifica lo vince la Fortitudo che si porta a +2 dall'ultimo posto

Scritto da Massimo Guerrieri  | 
Il Paladozza pieno per lo scontro salvezza con Cremona

Vince la Fortitudo Kigili Bologna lo scontro salvezza contro Cremona. I bolognesi tornano a vedere la luce e si rilanciano nella lotta tra le ultime in classifica grazie ad una prestazione di gruppo degna di nota. 

La cronaca

PRIMO QUARTO

Palla a due raccolta da Cremona e subita tripla segnata da parte di Kohs. Alzata di Spagnolo e schiacciata incredibile di Dime per il 0-5 ad un minuto dall’inizio del match. Fallo in attacco fischiato ai bolognesi nell’azione successiva e Spagnolo con il flaughter alza il +7 in favore degli ospiti obbligando coach Martino a chiamare il timeout. Prima tripla e primo canestro per la Fortitudo firmato da Aradori, che si arresta dalla lunga distanza e trova il fondo della retina. Recupero da parte di Feldeine, che scatta in contropiede, apre per Durham e sono altri tre per i padroni di casa: è 6-7 dopo tre minuti. Terza tripla consecutiva per la Effe, a segno ancora Aradori, ma Cournooh trova l’appoggio al vetro e fa 9-9. Arresto e tiro da manuale per Benzing, poi palla recuperata da parte di Groselle, che sul ribaltamento di campo trova il canestro in virata. Sbaglia Spagnolo dalla media distanza e Groselle punisce nuovamente da sotto le plance: è 15-9 a metà del primo quarto e Galbiati ricorre al timeout. Perde palla Spagnolo, parte in contropiede Feldeine, che conquista un viaggio in lunetta, fa 1/2 e porta i suoi sul +7. Canestro incredibile da parte di Cournooh, che buttandosi all’indietro trova il suo quarto punti, ma risponde Groselle dall’altra parte con l’appoggio al tabellone. Ancora Cournooh con un grande arresto e tiro, poi ne trova due anche McNeace e Cremona torna a -3. Ennesima tripla da parte di un Aradori caldissimo in questo primo quarto, poi sbaglia Cournooh da dietro l’arco, ma non punisce Feldeine e allora ne trova due Tinkle. Assist no-look in contropiede per Fantinelli e appoggio al vetro di Charalampopoulos, poi canestro di McNeace: è 23-19 ad un minuto dal termine del parziale. Segna Aradori in uscita fai blocchi, poi trova la tripla Spagnolo: si conclude il primo quarto sul punteggio di 25-22. 

SECONDO QUARTO

Il quarto si apre con un grande step laterale da parte di Aradori, che trova altri tre punti, poi tripla allo scadere dei 24 secondi per Kohs. Tripla a segno da parte di Spagnolo e match in parità a quota 28 punti. Grande movimento in post da parte di Charalampopoulos, che trova il canestro valido per il 30-31, poi Durham ruba palla sull’attacco di Juskevicius, ma la Effe non concretizza e allora trova il canestro da dietro l’arco Procida per il 30-34 in favore della Vanoli; coach Martino viene costretto a richiamare i suoi in panchina per il secondo ed ultimo timeout a sua disposizione nel primo tempo. Errore di Juskevicius dall’angolo, ma arriva Dime con decisione a rimbalzo e ne appoggia due. Lo stesso Dime stoppa Groselle nell’azione successiva, ma Kohs commette violazione di passi in contropiede e allora Charalampopoulos pesca dal cilindro un canestro con fallo; il giocatore greco segna il libero aggiuntivo e riporta. Suoi sul -3. Errore al tiro da parte di Durham e dall’altra parte Juskevicius punisce la Kigili un flaughter morbidissimo. Fallo di Dime ai danni Groselle, che aveva cercato il tabellone in virata: 2/2 per il numero 41 a cronometro fermo ed è 35-38. McNeace trova due punti nel pitturato e porta i suoi sul +5, ma Durham non ci sta, conquista un viaggio in lunetta, fa 1/2 e porta il match sul 36-40 quando mancano tre minuti all’intervallo lungo. Tripla dall’angolo di Tinkle, poi altri due appoggiati al vetro per Groselle: è colpo su colpo adesso. Sbaglia Vecchiola, ma sotto canestro c’è McNeace per altri due punti, a cui, però, risponde il solito Groselle. Sbaglia Spagnolo da dietro l’arco e allora Feldeine punisce i lombardi; Galbiati è costretto a chiamare timeout, ma prima di farlo esagera nelle proteste e commette fallo tecnico. Schiacciata da highlights per McNeace sull’alzata da parte di Vecchiola, poi errore Fortitudo e palla persa di Cremona: si rimane sul 42-47. Termina il quarto sul punteggio di 44-47 dopo un errore al tiro da parte di Frazier. 

TERZO QUARTO

Tripla di Kohs in apertura di quarto, poi Durham appoggia al vetro il 46-50. Errore di Tinkle e Groselle punisce la Vanoli con il tap-in vincente. Sbaglia anche Kohs dalla lunga distanza, ma Aradori perde palla  e allora si butta dentro l’area Tinkle, che subisce fallo e fa 1/2 dalla linea della carità. Sbaglia Feldeine in appoggio al tabellone, ma il rimbalzo è di Charalampopoulos, che riapre in angolo per Aradori e sono altri tre in favore della Kigili. Sbaglia Cournooh da tre, ma arriva l’errore anche per Aradori, che non raggiunge neanche il ferro con il suo step back dal centro dell’area. Seconda palla persa consecutiva da parte della Vanoli e allora Feldeine va a segno con la tripla del 54-51. Non riesce a rispondere Kohs dalla stessa distanza, poi rischia di perdere il controllo del pallone Aradori, ma l’ultimo a toccare è un giocatore di Cremona e allora il possesso rimane nelle mani dei biancoblù: fase concitata e confusionaria della gara. Mette fine al disordine una tripla degli ospiti che riporta il match in parità a quota 54 punti. Virata e appoggio al vetro per Benzing, poi sbaglia Kohs, Aradori fa saltare Spagnolo ed infila la tripla del +3 Fortitudo, costringendo Galbiati a chiamare timeout. Tripla a segno per Juskevicius, poi ne mette altri due Benzing. Nell’azione successiva sbaglia Juskevicius dall’angolo, ma a rimbalzo c’è Kohs, che subisce fallo ed a gioco fermo fa 1/2. Prova a tirare Aradori, ma lo contrasta fallosamente McNeace: 1/2 per il numero 4 della Effe e match che si porta sul 62-58. Segna con l’aiuto del tabellone Cournooh e riavvicina i suoi sul -2 quando manca un minuto al termine del quarto. 1/2 di Groselle dalla lunetta ed è +3 Fortitudo. Schiacciata di McNeace che continua a colpire i padroni di casa con la sua fisicità, ma risponde Fantinelli con la tripla. Il terzo quarto termine sul punteggio di 66-62. 

QUARTO QUARTO

 Grande virata per Groselle, che trova il fondo della retina, ma risponde la Vanoli con la tripla del -3. Grande stoppata di Kohs ai danni di Aradori sul tentativo da parte del numero 4 di entrare in area, poi trova una tripla pazzesca allo scadere Benzing con l’aiuto del tabellone e sbaglia Cournooh. Due punti in penetrazione di Aradori regalano il 73-65 alla Fortitudo, costringendo Galbiati a chiamare timeout. In uscita dal minuto trova il fondo della retina Kohs da dietro l’arco e riporta i suoi sul -5, ma la Kigili non si ferma più e ne pesca altri due di Groselle. Segna in contropiede Feldeine, che scatta verso il canestro e penetra con grande decisione, poi risponde Cournooh con un arresto e tiro da manuale dal gomito dell’area. Feldeine stoppa Cournooh sul tentativo di tiro da parte del numero 25 della Vanoli, poi parte in contropiede e ne appoggia altri due: la Effe prova a scappare sul 79-70, quando mancano cinque minuti scarsi al termine dell’incontro. Prende il centro dell’area Spagnolo, che si alza, subisce fallo, conquista un viaggio in lunetta e fa 2/2. Stoppata incredibile di McNeace ai danni di Groselle, ma Cournooh non punisce i biancoblù con la tripla. Perde palla Aradori, si butta verso il canestro Spagnolo, ennesimo fallo dei padroni di casa ai suoi danni, ma sulla rimessa non segna Juskevicius: si resta sul 79-72. Ingresso in area e canestro di Kohs, poi sbaglia Aradori, ma subisce fallo Groselle; coach Martino chiama timeout per rimettere ordine in campo. Penetrazione di Aradori, che sposta Cournooh e trova il falughter vincente, ma McNeace non ci sta e subisce il fallo di Groselle: 2/2 dalla lunetta per lui ed è 81-76 a due minuti dalla fine del match. Non riesce a tirare entro il limite dei 24 secondi Durham, ma la Vanoli sbaglia il tiro; nell’azione successiva segna da tre Kohs e porta la gara sull’81-79. In uscita dal timeout chiamato da coach Martino perde palla Benzing, che  rimedia subendo il fallo in attacco di Procida sul ribaltamento d’azione. Viene mandato in lunetta lo stesso Benzing che fa 2/2 e porta la Effe a +4. Subisce fallo Spagnolo, 2/2 dalla lunetta anche per lui, poi Aradori si fa franare addosso due giocatori di Cremona, segna entrambi i liberi a sua disposizione e porta la Kigili sull’85-81. L’incontro termi e con il risultato di 85-83. 

 


💬 Commenti