Seguici su Twitch

Primavera 1, il punto sul campionato

Gol, classifica e marcatori dopo il 24° turno

Scritto da Giacomo Guizzardi  | 

Ci si avvicina sempre più alla fase clou del campionato, quella finale, quella che regalerà gioie, per chi si qualificherà ai playoff, dolori, per chi sarà costretto a retrocedere, e seconde chance a chi, invece, si troverà davanti i playout per mantenere la categoria.

L’ultimo turno del campionato Primavera 1, il 24° (7° giornata di ritorno), si è aperto sabato con la vittoria dell’Inter sul Cagliari: l’1 a 0, firmato dal classe 2005 Valentin Carboni, ha permesso alla formazione di Christian Chivu di trovare il secondo successo di fila e di rimanere in scia alla Fiorentina, seconda in campionato. Prosegue invece il momento difficile del Cagliari, arrivato a tre giornate senza vittorie ma ancora nelle zone nobili della classifica, in quarta posizione. 

Non si fanno male, e non si condannano a vicenda, Napoli ed Empoli, che pareggiano per 2 a 2 e rimangono appaiate a quota 29, appena fuori dalla zona retrocessione. La sfida, sabato, è stata aperta dai ragazzi di Frustalupi, che si erano addirittura portati sul 2 a 0 grazie alle marcature di Coli Saco e di D’Agostino, prima di subire la clamorosa rimonta da parte dei giocatori di Buscè, che dopo aver dimezzato le distanze con Lozza, a 7’ dalla fine, hanno trovato la rete decisiva in pieno recupero grazie al colpo di testa di Guarino, uomo della provvidenza per i toscani. 

Ha chiuso la giornata di sabato il Bologna di Luca Vigiani, che in casa contro il Genoa, ha vinto 1 a 0, agganciando il Grifone in classifica e facendo un netto passo in avanti nel percorso che porta alla salvezza. 

LEGGI ANCHE: Il Genoa cade a Casteldebole: il Bologna la vince con Raimondo

 

Si complica la situazione della Spal che, contro il Pescara ultimo in classifica, perde in maniera clamorosa per 2 a 1 e spreca la chance di avvicinarsi al Lecce e, di conseguenza, alla zona playout. Per gli abruzzesi arriva così la terza vittoria stagionale, la seconda nelle ultime due partite. A decidere la gara i gol di Kuqi, capitano dei biancazzurri, e di Blanuta, attaccante già nel giro della prima squadra. Inutile ai fini del risultato il gol di Puletto, su rigore, a metà ripresa, con l’attaccante che venti minuti più tardi è stato espulso per doppia ammonizione. La classifica della squadra di Mandelli si complica, Iervese e i suoi, invece, si dimostrano squadra orgogliosa. 

Non sbaglia due partite di fila, invece, la Roma di De Rossi, che in casa contro l’Atalanta trova una vittoria, e conseguentemente tre punti, che permettono ai giallorossi di allontanare i fantasmi che stavano iniziando a formarsi a Trigoria dopo gli ultimi risultati. A decidere la gara contro i bergamaschi ci hanno pensato Cherubini, a inizio ripresa, e Rocchetti in contropiede, dieci minuti dopo l’iniziale vantaggio. Nel mezzo la decima rete in campionato di Sidibe, mezzala con licenza di segnare, arma in più della squadra di Brambilla in questa stagione. 

Quarta vittoria di fila per la Fiorentina di Aquilani che non concede sconti al Milan e passa tra le mura amiche per 3 a 1, al termine di una partita controllata dai Viola, che con questi tre punti si confermano seconda forza del campionato. 

 

Il turno, in attesa della sfida tra Hellas Verona e Juventus, prevista per aprile a causa dell’impegno in Youth League dei bianconeri, che oggi pomeriggio hanno battuto il Liverpool qualificandosi alle Final Four, si è concluso con le gare di ieri pomeriggio, la prima delle quali ha visto scontrarsi Lecce – Sassuolo, con la gara che ha visto i neroverdi di Bigica battuti per 2 a 1 e costretti ad una doppia inferiorità numerica dopo i rossi comminati a Cehu e Miranda, che saranno costretti a saltare il prossimo turno. I salentini di Vito Grieco, con le reti di Daka e di Gonzalez – su rigore – hanno così agganciato l’Hellas Verona a quota 27 punti, a meno due da Napoli ed Empoli. Di Abubakar la rete neroverde, che non ha però evitato la sconfitta. Sassuolo ancora settimo, Lecce in zona playout. 

Pareggiano senza sofferenza Sampdoria e Torino, che escono dalla Liguria con uno 0 a 0 che, in realtà, è poco utile ad entrambe le squadre: il Torino trova il quinto risultato utile consecutivo, rimanendo a due punti dalla zona playoff, mentre la Samp continua a non trovare i tre punti, che mancano ormai da quattro gare. 

 

Domani pomeriggio i recuperi tra Pescara e Napoli e tra Cagliari e Genoa, che modelleranno ulteriormente la classifica. 

La classifica dopo il 24° turno

Roma 51
Fiorentina 43
Inter 42
Cagliari* 39
Sampdoria 38
Juventus* 37

Sassuolo 36
Atalanta 36
Torino 35
Milan 33
Bologna 30
Genoa* 30
Napoli* 29
Empoli 29

Hellas Verona* 27
Lecce 27

Spal 19
Pescara* 11


💬 Commenti