Warriors: una sconfitta che pregiudica i play off

A Firenze i ragazzi di coach Longhi perdono 41-12

Scritto da Matteo Fogacci  | 

Ora i play off diventano una vera impresa sportiva. La terza sconfitta in quattro gare impone alla dirigenza dei Warriors di cambiare obiettivo in questo campionato, che doveva essere quello del rilancio. Nella gara del massimo campionato di serie A di football americano, a Firenze, i Guelfi si impongono con un perentorio 41 a 12 finale che lascia ben poche scuse. In realtà qualche alibi ci sarebbe, vedi infortuni, soprattutto in linea, che hanno condizionato una giornata che comunque non ha mai prodotto gli effetti sperati durante tutto lo svolgimento. Dai guerrieri ci si attendeva una reale presa di coscienza, che non c'è stata è uscita dal campo con una vittoria tutta meritata.

<<Società, coaching Staff e giocatori – affermano dalla società guerriera - siamo tutti corresponsabili della brutta giornata che complica la strada verso la post season. Matematicamente i numeri potrebbero ancora consentire l'accesso alle prime quattro, ma il mood visto in campo sabato scorso lascia pensare che questo obiettivo sia in forte salita. Qualche bella giocata non giustifica una prestazione mediocre di ogni reparto. Recriminare, a questo punto, serve a zero>>.

Da salvare in questa giornata Matteo Zanetti e Maxym Berezan che hanno finalizzato l'azione dell'offense dei Blue.

Ora un weekend di riposo, il prossimo, nel quale ci sarà tempo per qualche recupero fisico ma soprattutto mentale. Si penserà davvero se cambiare gli obiettivi in corso, anche se non dovrà mancare l'orgoglio di appartenenza ad un programma sportivo, ad un nucleo di tifosi, ad un gruppo di fantastici partner commerciali e a tutta la città sportiva.


💬 Commenti