Per chi la partita la sente più di chiunque altro, Riccardo Calafiori, lui che nato a Roma e a Roma ha trascorso parte della sua adolescenza, calcistica e non. Queste le sue parole al Corriere dello Sport-Stadio in vista della partita che vale più di qualsiasi altra cosa per il classe 2002: “E' una settimana importantissima, che arriva dopo una vittoria altrettanto importante. Ci fa un pò sognare. Siamo lì. Con questa settimana, ma poi anche con le prossime, inizia una serie di gare che contano. Non ci poniamo obiettivi alla lunga. Guardiamo partita per partita. Questa con la Roma è fondamentale perchè, per forza di cose, è uno scontro diretto”.

Ha poi continuato così Riccardo Calafiori: “A Bologna sto trovando tranquillità, serenità, continuità. Una squadra, un gruppo fantastico. Un allenatore. Stiamo andando benissimo e anche personalmente mi trovo così. Il grande merito è di Motta. Si, è vero, avevo fatto il centrale in un modulo a tre in Svizzera. E comunque il livello svizzero non è uguale a quello della Serie A. Dopo ho risposto bene. Di Vaio e Sartori sono stati bravi perchè non c'era la necessità enorme di prendere un giocatore nel mio ruolo. Penso che in fondo li sto ripagando bene, e sicuramente il doppio ruolo mi ha aiutato molto. Sarebbe stato più difficile. Non penso che la mentalità sia cambiata. La mentalità è frutto del lavoro. Motta è al secondo anno, è normale che i giocatori capiscano di più. A settembre non ci siamo detti di andare in europa, ma ora siamo lì, quindi perchè dobbiamo scendere? Cerchiamo di rimanere dove siamo, non è il nostro obiettivo, ma ancora meglio se riusciamo ad arrivarci. Sarà sempre più difficile rimanere lì. Ci sono sempre state diverse buone partenze ma poi magari si tende a scendere di classifica. Noi siamo pienamente consapevoli della nostra forza. Dipende solo da noi, veramente. Qualche punto in più ce lo meritavamo. Contro l'Inter sarà dura perchè arriva tre giorni dopo la Roma e dopo tre ci sarà l'Atalanta. Ma dobbiamo provare a sfruttare le occasioni. Saputo vive bene il momento. Ci dà carica, energia. Fa colazione con noi, momenti con noi. A Salerno, insieme ai miei compagni di reparto, avevamo percepito già questa cosa dieci minuti del secondo tempo. Infatti cercavo di di richiamare l'attenzione perchè purtroppo se non chiudi le partite poi basta un gol, un momento sbagliato, che loro si gasano e diventa difficile. Se vogliamo rimanere in quella zona lì, chiudere le partite è uno step in più da fare. Sono sicuro che riusciremo a farlo. A Lecce e a Salerno abbiamo avuto occasioni nitide. Ne avrei fatto a meno della delusione di Lecce. Prima della partita volevamo vincere. Non ci siamo riusciti. A Salerno questa cosa ci ha dato una carica in più. La Roma ha assenze importanti, non possiamo negarlo. A me non cambia nulla. Certo, giocare contro Lukaku è un'altra cosa, è un'altra partita. Però la Roma ha una squadra importante, è una big del campionato. Dovremo avere tanta pazienza. Come dissi già prima, Zirkzee mi ha colpito. Come qualità e come potenziale, è un giocatore incredibile. Se migliora due o tre cose…”.

Joshua Zirkzee esultante a Salerno (ph. ImageSport)
Joshua Zirkzee esultante a Salerno (ph. ImageSport)

Motta e Mourinho

“Motta e Mourinho sono diversi. Ti danno cose diverse ma cose molto importanti. Motta ti dà tranquillità, ma allo stesso tempo non sto mai in punta di piedi. Mi fa capire che se sbaglio allenamenti non è detto che giochi la domenica. Non è stato facile, ma ho cercato subito di capire quali fossero le sue idee di gioco. Mi sono impegnato perché per me era troppo importante trovare continuità e far vedere a tutti che in Serie A potevo far bene”.

Terzino o centrale

“Sono due ruoli diversi. Quello che sto facendo da centrale non è una cosa da niente. Va bene tutto. Basta che giochi. Appena arrivato Motta mi ha detto che mi voleva tranquillamente anche come centrale. A me andava bene. Fisicamente giocare esterno mi ha dato benefici. Perchè la stanchezza di quando si gioca da esterni è diversa. Sono molto più lucido fino al novantesimo. Sono due fatiche diverse".

 

LEGGI ANCHE: Ndoye: "Il Bologna può giocarsela con tutti. Sul gol..."

Baskonia-Virtus Bologna, streaming LIVE e diretta TV: dove vedere Eurolega
Verso Bologna-Roma: El Azzouzi rientrato in gruppo

💬 Commenti

Testata giornalistica
Autorizzazione Tribunale di Bologna
8577 del 16/03/2022

Copyright 2023 © Sphera Media | Tutti i diritti sono riservati |
È vietata la riproduzione parziale o totale dei testi senza il preventivo consenso scritto dell’editore.

Sphera Media è iscritta nel Registro degli Operatori di Comunicazione con il numero 39167

Powered by Slyvi