Milano-Virtus Bologna: le pagelle

I nostri voti ai giocatori della Virtus Bologna dopo la vittoria in Supercoppa Italiana.

Scritto da Alessandro Iannacci  | 
Alessandro Pajola (Foto Virtus Segafredo Bologna - Matteo Marchi)

BELINELLI 6: ancora freddo al tiro, ma realizza 9 punti in momenti decisivi. Alza il primo trofeo da capitano della sua storia in bianconero con un certo orgoglio.

PAJOLA 7,5: uno dei migliori in campo. Milano non riesce a leggere le sue linee di passaggio (7 assist da lustrarsi gli occhi) e al tiro punisce gli avversari quando viene battezzato (14 punti alla sirena finale). Per lui anche i premi come miglior italiano e miglior giocatore in assoluto della Supercoppa. Una crescita costante.

ALIBEGOVIC 7: il suo contributo alla partita è di livello. Quando viene buttato nella mischia da Scariolo si fa trovare pronto, portando tanta intensità in difesa contro i lunghi fisici di Milano e svolgendo un ruolo da protagonista anche in attacco. Ottima reazione dopo una serie di partite non positive per lui. 13 punti alla fine del match.

HERVEY 6,5: meno appariscente delle scorse partite ma fondamentale nell'economia del gioco bianconero. Le sue braccia sono arbusti difficili da superare per gli attaccanti milanesi e la sua dinamicità apre spazi per i compagni. Per lui 4 punti e 4 rimbalzi.

BARBIERI n.e.

RUZZIER n.e.

TEODOSIC 7: il mago continua a distribuire magie. I 9 punti e 6 assist finali non danno la cifra dell'apporto di Milos alla partita: Milano fatica a contenerlo, anche perchè Scariolo riesce a dosare bene le sue energie, inserendolo nei momenti chiave risposato e lucido. Per lui anche giocate pirotecniche alle quali i tifosi virtussini sono felicemente abituati.

JAITEH 8: il migliore in campo. Doveva dimostrare di poter tenere testa a centri da Eurolega come Hines e Mitoglou ed è riuscito addirittura a dominarli. La sua presenza sotto canestro semina il panico nell'area dell'Olimpia e sfiora la doppia doppia (18 punti e 9 rimbalzi). Prestazione molto positiva anche in ottica campionato ed Eurocup.

TESSITORI 6: fa tanta legna quando viene chiamato in causa da Scariolo. Non riesce a segnare in 11 minuti di gioco, ma recupera due rimbalzi e mette tanto impegno nel tentare di ostacolare i lunghi milanesi.

WEEMS 6,5: segna 10 punti importanti, due dei quali chiudono la partita e regalano alla Segafredo il primo trofeo dell'anno. nonostante il 3/8 al tiro, la sua prestazione dà una spinta significativa alla squadra.

ABASS 7: tarantolato ed esplosivo. Sfrutta i 15 minuti a disposizione con grande energia, segnando 6 punti (tra i quali una schiacciata che è probabilmente la giocata del torneo) e difendendo in maniera asfissiante sugli esterni milanesi. Sta crescendo sempre di più nel suo ruolo dalla panchina.

ALEXANDER 6,5: mezzo voto in più per la velocità con la quale sta entrando nel sistema della Virtus. I suoi 7 punti e 5 assist sono un'ottima notizia, perchè garantiscono ai compagni di reparto di poter distribuire ulteriormente le responsabilità in campo. 


💬 Commenti