Orsolini: "Ripartiamo da ciò di buono che è stato fatto. Ci tenevo tanto a trovare il gol e a dedicarlo a Mihajlovic"

Le parole dell'attaccante rossoblù a Bfc Week dopo la sconfitta con l'Atalanta e a tre giorni dal match contro l'Udinese

Scritto da Jacopo Baratto  | 
Riccardo Orsolini (ph. bolognafc.it)

Riccardo Orsolini ha parlato ai canali ufficiali del Bologna delle sconfitte contro Roma e Atalanta, delle tante assenze, e del gol con dedica a Mihajlovic.

Sulla ripresa del campionato: “Sicuramente tornare a giocare è stato bello dopo più di un mese e mezzo di sosta, peccato per i risultati che sono arrivati, ma abbiamo fornito secondo me delle buone prestazioni sia a Roma che con l'Atalanta. Abbiamo approfittato della pausa per lavorare tanto sul piano fisico. Il mister ci ha un po' spremuto, così da mettere benzina nelle gambe per arrivare nel modo giusto al girone di ritorno e concludere bene la stagione”.

Sulla partita contro l'Atalanta: “A mio avviso abbiamo fatto una buonissima prestazione, soprattutto nel primo tempo. Durante l'intervallo il mister ci ha fatto i complimenti per l'atteggiamento con cui avevamo cominciato la partita, per la tenuta di gara. Ci ha spronato a continuare così e tenere duro perché sapevamo che l'Atalanta nel secondo tempo sarebbe uscita tecnicamente e fisicamente, e così è stato purtroppo per noi. Ripartiamo da ciò di buono che è stato fatto”.

Sul gol con dedica: “Ci tenevo tanto a trovare il gol e a dedicarlo al mister e a Gianluca che ci hanno lasciati. La dedica in particolare è a mister Sinisa perché con lui ho condiviso tantissimi bei momenti e anche a Gianluca perché ho avuto la fortuna di conoscerlo nei ritiri con la nazionale italiana. Sono cose che purtroppo non vorremmo mai sentire, ma in questo periodo soprattutto ci stanno lasciando tante persone a noi care. Dobbiamo cercare di trovare un po' di forza anche da queste situazioni e tirare fuori il meglio di noi per strappare un sorriso”.

Sul prossimo match contro l'Udinese: “Lavoriamo come abbiamo sempre fatto in questo periodo. Allenamenti molto intensi, pieni di corse, di parte atletica, tattica, di possessi. Sarà una settimana di lavoro che ci porterà ad una sfida difficile come quella di Udine che ci opporrà ad un avversario fisicamente imponente come l'Udinese”.

Sulle tante assenza: “Con l'assenza di Marko manca un punto di riferimento a livello fisico importante, certe giocate vanno quindi evitate. Contro l'Atalanta non potevamo certo giocare palle alte a Nicola. Cambia un po' il modo di giocare, ma chi ha giocato si è adattato bene, sacrificandosi, e penso che il mister abbia apprezzato. Marko ci manca perché è un leader di questa squadra e lo aspettiamo presto in campo, ma sappiamo che chi lo sostituirà farà altrettanto bene”.

LEGGI ANCHE: Verso Udinese-Bologna: Barrow in gruppo, out Soriano


💬 Commenti