Seguici su Twitch

Virtus-Brindisi: le pagelle. Belinelli e Weems letali

I nostri voti ai bianconeri dopo la vittoria nei quarti di Coppa Italia contro Brindisi.

Scritto da Alessandro Iannacci  | 
Mam Jaiteh (Foto Virtus Bologna)

TESSITORI 5,5 - nulla di fatto nei pochi minuti a disposizione, se non per due rimbalzi recuperati. Con il reintegro di Hervey e i discreti segnali mostrati da Sampson è la terza scelta di Scariolo

 

CORDINIER 5 - probabilmente uno dei peggiori dei suoi. Non entra mai in partita per i falli commessi nel primo tempo e i suoi tiri sono sballati. Gli manca l’impatto con il esplosivo che ha messo in mostra in altre sfide.

 

MANNION 5 - continua a deludere, lottando costantemente con il ferro e arrivando in ritardo su ogni chiusura difensiva. Gli alibi dei problemi di forma fisica reggono ancora, ma in questa Virtus rischia di diventare un semplice comprimario. Troppo poco per l’investimento fatto.

 

BELINELLI 7,5 - cinico e letale dall’arco nei momenti più importanti. Sente l’importanza della sfida fin dai primi minuti e si attribuisce la responsabilità di rimpolpare il tabellino della Segafredo. Chiude con 23 punti a referto.

 

PAJOLA 6 - il suo tabellino non lo mette sotto le luci della ribalta, ma la sua partita è come sempre di grande sostanza in entrambe le fasi di gioco. Prezioso.

 

ALIBEGOVIC 5,5 - alterna buone cose ad errori di superficialità che non piacciono a Scariolo, a partire dal fallo tecnico sanzionatogli nel secondo tempo. Con il rientro di Hervey ridimensiona inevitabilmente il suo impiego.

 

HERVEY 6,5 - buoni segnali dal rientrante numero 8 bianconero, che nei minuti a disposizione confeziona canestri importanti per l’andamento della partita. Si rende utile anche in impostazione con assist e letture per i compagni.

 

RUZZIER n.e.

 

JAITEH 7 - a rimbalzo soffre un po’ contro i lunghi di Brindisi, ma in attacco è sempre un fattore. Raggiunge agevolmente la doppia cifra raccogliendo e capitalizzando gli assist preziosi di Teodosic, mostrando grande alchimia con il talento serbo.

 

SAMPSON 6 - energico e vivace nel primo tempo, nel quale si fa notare per un canestro da prestigiatore fuori equilibrio. Nel secondo tempo cala e non mostra quella continuità che dovrebbe, ma contribuisce comunque a limitare Perkins con un grande lavoro.

 

WEEMS 7,5 - ancora una volta decisivo nelle fasi più concitate del match. Da solo rispedisce al mittente diverse fiammate brindisine con 17 punti e sopperisce anche alla scarsa condizione del suo alterego Cordinier. Sempre fondamentale.

 

TEODOSIC 7 - mette l’impronta nel match nonostante il basso minutaglie. Tramuta la sua voglia di campo negli assist per i compagni, regalando passaggi millimetrici a Jaiteh e Hervey. Segnali incoraggianti in vista della semifinale


💬 Commenti