Primo tempo micidiale: la Fortitudo torna alla vittoria. Trieste annichilita

La Effe con il 6+6, il calore del PalaDozza e il giusto atteggiamento annienta l'Allianz. Finisce 96-60

Scritto da Francesco Livorti  | 
Geoffrey Groselle (ph. Fortitudo Pallacanestro Bologna - Valentino Orsini)

La Fortitudo recupera in extremis anche Groselle e si presenta con il miglior roster possibile. Ancora out le incognite Totè, Fantinelli e il lungodegente Mancinelli.

Pronti via e l'Aquila impone subito un ritmo decisamente alto, Trieste subisce il colpo e chiude il primo parziale sotto di 9 lunghezze. Il copione non cambia nei secondi 10', anzi, se possibile, migliora per la banda di coach Martino. Aradori in versione cecchino, 17 punti con il 100% dal campo, porta la Kigili avanti all'intervallo 53-32. La Fortitudo mantiene il pallino del gioco pure nel terzo periodo, 67-49. Aradori si prende una pausa, allora ci pensano Groselle prima e Borra poi a salire in cattedra. Gli ospiti, molto nervosi, già a quota 5 falli di squadra dopo 2', cadono pesantemente nell'ultimo quarto e per i biancoblù è ordinaria amministrazione chiudere sul 96-60.

Show di Groselle con 24 punti in 24', Aradori in formato super nel primo tempo, poi nella ripresa lascia la scena a Procida, 19 punti, e Borra, 13. Per Trieste solamente 1/18 dall'arco (realizzazione dell'ex Banks).


💬 Commenti