Primavera, tempesta Milan sul Bologna: al Vismara termina 4 a 2

Ennesima sconfitta per la squadra rossoblù, che contro i rossoneri esce battuta in modo netto. Di Farinelli e Ruffo Luci i gol del Bologna, per il Milan doppietta di Capone e reti di El Hilali e Robotti

Scritto da Giacomo Guizzardi  | 
Nicola Farinelli, autore del gol del momentaneo 3 a 1

Vendetta servita: il Milan cancella la gara di andata (terminò 3 a 0 al Biavati) e rifila al Bologna un 4 a 2 pesantissimo, che rilancia i rossoneri in ottica playoff ma, soprattutto, lascia i rossoblù nelle zone pericolose. Nel pomeriggio milanese la squadra di Zauri (sostituito quest’oggi dall’allenatore dell’Under 14 bolognese, Paolo Magnani), subisce a fine primo tempo le reti di El Hilali e Robotti, che indirizzano pesantemente la gara, nonostante l’occasionissima avuta, dopo neanche venti minuti, da Rocchi, che poteva regalare al Bologna un pomeriggio diverso. Nella ripresa Capone trova la sua doppietta, con il Bologna che prova a reagire e segna prima con Farinelli e poi con Ruffo Luci: tutto inutile. Finisce 4 a 2 al Vismara, seconda sconfitta consecutiva per il Bologna. In vista della gara di mercoledì pomeriggio contro la Juventus da valutare le condizioni di Perez, vice di Zauri, e di Vergani, quest’oggi entrambi indisponibili poiché indisposti. 

La partita

Con Magnani in panchina a guidare i rossoblù, in campo ci finiscono Rocchi e Rabbi in attacco, con Vergani indisposto e dunque non disponibile. In difesa Montebugnoli prende il posto di Annan, fiducia, ancora una volta, a Motolese. 

Parte forte il Milan che, al decimo minuto, prima si fa vedere con El Hilali poi, sul suggerimento di Olzer per Frigerio, il centrocampista rossonero non riesce a segnare, col pallone che rimane pericolosamente sulla linea. Al 18’ si fa vedere il Bologna, che spreca una grandissima occasione: esce Motolese dai blocchi, che pesca Rabbi il quale, con un passaggio in verticale, riesce a servire Rocchi: il numero 9 vince il duello con Michelis ma, a tu per tu con Jungdal, spara a lato, vanificando una chance clamorosa. Il Milan, dopo il pericolo corso, torna a premere sull’acceleratore: prima Olzer si fa vedere col mancino, poi è il destro di El Hilali a mettere paura al Bologna, con il destro del classe 2003 che si stampa sull’incrocio dei pali, dalla distanza. Proprio nel momento in cui il fortino rossoblù sembra reggere, anche il colpo, anzi i colpi, che mandano ko la squadra di Magnani: a trovare il vantaggio, al 44’, è proprio El Hilali, con un destro a incrociare che non lascia scampo a Molla, mentre di Robotti, neanche due minuti dopo, il raddoppio, con il centrocampista che dalla distanza, aiutato da una deviazione, porta i suoi sul 2 a 0 al termine della prima frazione. A inizio ripresa dentro Pagliuca e Ruffo Luci nel Bologna, ma la trama non cambia: di Viviani l’occasione, dopo pochi secondi, per riaprirla, ma al quarto d’ora il Milan cala il tris con Capone che, ben smarcato da El Hilali, buca Molla per la terza volta nel pomeriggio. Il Bologna sembra a terra, ma basta una giocata di Farinelli per riportarlo in partita: Rocchi appoggia per il numero 5 rossoblù, destro violento da fuori area e Bologna che va in rete. Entusiasmo smorzato dopo neanche dieci minuti: Roback trova Capone, con il numero 9 che, dopo aver saltato Annan con un tunnel, conclude sul secondo palo, trovando una splendida rete ma, soprattutto, la sua personalissima doppietta. Ma la gara ha ancora qualche colpo in canna: alla mezz’ora un cross dalla destra trova la deviazione, irregolare, di Coubis, con l’arbitro che decreta il penalty per il Bologna. Dal dischetto ci va Ruffo Luci, che ritrova il gol e torna a segnare parecchi mesi dopo l’ultima volta. I rossoblù, però, non riescono a dare alla partita la svolta che si aspettavano, con la squadra di Magnani che ci prova (l’incomprensione tra Jungdal e Michelis l’occasione più significativa) senza però riuscirci: al Milan basta gestire, con i rossoneri che lo fanno bene. Vittoria importante per il Milan, che si avvicina sempre più alla zona playoff.

 

Il tabellino di Milan – Bologna Primavera

Milan – Bologna 4-2

Milan (4-3-3): Jungdal; Coubis, Michelis, Obaretin, Oddi; Frigerio (1’ st Di Gesù), Brambilla (20’ st Mionic), Robotti (42’ st Filì); Olzer (20’ st Roback), El Hilali, Capone (30’ st Saco). Allenatore: Federico Giunti. A disposizione: Moleri, Desplanches, Kerkez, Cretti, Bright, Nasti, N’Gbesso. 

Bologna (3-5-2): Molla; Tosi (1’ st Pagliuca), Milani, Motolese (20’ st Annan); Arnofoli, Viviani (20’ st Grieco), Farinelli (41’ st Cossalter), Roma (1’ st Ruffo Luci), Montebugnoli; Rocchi, Rabbi. Allenatore: Luciano Zauri (in panchina Paolo Magnani). A disposizione: Prisco, Cavina, Maresca, Paananen, Pietrelli A., Di Dio, Carrettucci. 

Reti: 44’ pt El Hilali (M), 46’ pt Robotti (M), 13’ st Capone (M), 24’ st Farinelli (B), 27’ st Capone (M), 31’ st rig. Ruffo Luci (B). 

Ammoniti: Obaretin (M), Milani, Motolese, Annan (B). 

Note: recupero 1’ pt e 4' st. 

Arbitro: Fontani di Siena. 


💬 Commenti