Mihajlovic: "Non possiamo difendere a tre. Per ora punto alla salvezza"

Le parole del tecnico alla vigilia della sfida con la Roma

Scritto da Marco Vigarani  | 

Ecco le riflessioni di Mihajlovic prima della gara con la Roma: "Dalla gara contro l'Inter ho capito che non possiamo giocare con quel modulo. Domani gioca Vignato ma non vi dico chi ho scelto tra Da Costa e Ravaglia. Dijks ha ancora paura: ci vorrà un po' di tempo per rimettere a posto la testa e il fisico. Le due positività al Covid non cambiano nulla, continuiamo a lavorare come sempre. Siamo stati fortunati perché non è ancora capitato a qualche giocatore, ma prima o poi capiterà e questo mi preoccupa perché già siamo decimati. Non spero nel mercato nè di più nè di meno rispetto agli ultimi due anni. Sono pienamente d'accordo a metà con quello che dice Saputo perché il nostro obiettivo erano migliorare la stagione scorsa ma col Covid gli investimenti sono stati bloccati quindi abbiamo deciso di investire sui giovani nei ruoli scoperti. Sono d'accordo col presidente nel dire che dobbiamo prendere un giocatore che sia funzionale, ma non sarà facile trovarlo. Sulla crescita andrei per gradi perchè abbiamo sempre 6/7 infortunati e siamo aggrappati a due uomini di 36/38 anni che spero non si facciano mai male quindi dico che per ora cerchiamo di salvarci.I 52 punti sarebbero un mezzo miracolo. Questo gruppo ce la può fare ad arrivarci, ma con tutte le assenze e i pochi cambi diventa dura soprattutto quando sfidi squadre che hanno tante sostituzioni in più. Noi tanti gol li abbiamo subiti dal 70' in poi, proprio perché ci mancano gli uomini".


💬 Commenti