Primo ko per la Virtus femminile, Schio vince all'overtime

Sconfitta in trasferta per le ragazze bianconere

Scritto da Marco Vigarani  | 

Famila Wuber Schio – Virtus Segafredo Bologna 85 – 78 d1ts
(Q1 14 – 18; Q2 33 – 41; Q3 55 – 61; Q4 73 – 73)

FAMILA WUBER SCHIO: Cinili* 1, Gruda* 14, De Pretto, Achonwa* 12, Crippa 4, Andre’ 6, Dotto NE, Trimboli 2, Harmon* 26, Sottana* 20 .
Coach: Vincent

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: D’Alie 13, Begic* 15, Tassinari 2, Bishop* 30, Tava, Tartarini NE, Barberis*, Battisodo* 9, Cordisco NE, Williams* 9, Rosier NE.
Coach: Serventi

Arbitri: Bartoli E., Gagno G., Lanciotti V.

La Virtus cade ad un passo dall’impresa. Una super prestazione collettiva porta la Segafredo vicinissima a passare sul campo della corazzata Schio.  La Virtus si schiera con il collaudato quintetto con l’ex Battisodo, Williams, Barberis, Bishop e Begic. Partenza lanciatissima: Bologna vola subito avanti 0 – 5 e poi 3 – 8. Harmon accende la miccia per Schio, ma sono ancora Bishop, Begic e Williams a rilanciare avanti una Virtus che sul finire del primo quarto si porta sul +4 (14 a 18). Sale in cattedra una straordinaria Abby Bishop che infila 11 punti, con un micidiale 3 su 3 dalla lunga distanza e lancia la Virtus avanti 20 a 33. Due canestri di fila di D’Alie portano la Virtus al massimo vantaggio di +15, al 18′ sul 26 – 41. All’intervallo Virtus meritatamente avanti 33 – 41. Tassinari e compagne tengono sempre la testa avanti. Al 30′ Virtus avanti 55 – 61. La sqiadra di Coach Serventi paga qualcosa nei falli e vede Schio tornare a 4, ma Battisodo mette la tripla che ricaccia lontano le venete. Nel finale Famila riesce a riacciuffare sul 73 – 73. Nei supplementari la Virtus è ormai in riserva, Schio si impone. Non c’è più tempo. La Virtus esce a testa altissima dalla trasferta veneta, giocando alla pari contro una delle squadri più forti del panorama cestistico europeo femminile.


💬 Commenti