Le pagelle di Bologna-Empoli: Skorupski rovina tutto. Medel rimane una certezza

L'avventura di Thiago Motta sulla panchina rossoblù inizia con una sconfitta

Scritto da Enrico Traini  | 
Gary Medel (ph. bolognafc.it)

Skorupski 5 - La vita del portiere è crudele. Per 75' è tra i migliori in campo, con alcuni un paio di interventi eccezionali nel primo tempo. Poi l'incertezza sul gol di Bandinelli rovina tutto. L'uscita è incerta e goffa e costa caro al Bologna.

De Silvestri 6 - Ritrova la titolarità e il ruolo da terzino destro. Come da sua consuetudine interpreta il ruolo con grande diligenza e senso della posizione, senza compiere particolari sbavature. Va anche vicino al gol. Dal 57' Kasius 6 - Ingresso che dà subito brio, ma si “sgasa” in pochi minuti.

Posch 5 - Passo indietro evidente nella sicurezza tecnica rispetto alla Fiorentina. Lo dimostra il pessimo retropassaggio nel primo tempo e tante altri appoggi poco precisi. Per di più, c'è anche l'incertezza sul gol dell'Empoli: Skorupski non lo aiuta, ma lui lascia scorrere il pallone con troppa leggerezza.

Lucumì 6.5 - Avvio complicato, come per tutta la retroguardia rossoblù. Cresce con il passare dei minuti, diventando sempre più attento e preciso in fase di disimpegno difensivo. Nel complesso, tra i migliori nel Bologna.

Cambiaso 5.5 - Tra i più disastrosi nel pessimo avvio di gara della difesa rossoblù. Con il passare dei minuti migliora leggermente la propria prestazione, arrivando con costanza a proporsi in zona offensiva. Tuttavia, rimane troppo impreciso quando c'è da fare la giocata giusta.

Medel 6.5 - Qualche minuto per ritrovare le giuste distanze da centrocampista, ma poi è sempre lui: agonismo, personalità e grande generosità. Cambia la posizione in campo, ma rimane una delle certezze della rosa del Bologna. Dal 79' Aebischer 5 - Totalmente impalpabile.

Schouten 6 - Medel gli “ruba” il ruolo di filtro in mezzo al campo e così deve coprire altri ruoli, svariando in una zona di campo più avanzata. Ne viene fuori una gara attenta, ma meno appariscente di altre sue apparizioni in rossoblù. Dal 79' Vignato 5 - Ingresso troppo inconsistente.

Orsolini 6 - Giudicare la sua prestazione è impresa complessa. Non si può negare che sia tra i più attivi e vogliosi del Bologna, creandosi anche buone occasione; al tempo stesso, sono evidenti i tanti, troppi errori, sia tecnici che di scelta. C'è la sufficienza, ma non di più. Dall'88' Zirzkzee 5.5 - Ha la grande occasione per pareggiare, ma gli manca la freddezza del bomber

Soriano 5 - Si è discusso molto del perché non è più il giocatore di due stagioni fa. Si pensava fosse il ruolo più basso, da interno di centrocampo. La gara di oggi smentisce questa teoria, anche se è presto per giudicare. Rimane, comunque, la gara grigia e compassata. Dal 57' Dominguez 5.5 - Ingresso un po' timido per uno come lui. Ci si aspetta qualcosa in più

Barrow 5 - Il gambiano è un calciatore in grado di racchiudere la sua carriera in una partita. Lampi di talento che lo rendono la potenziale arma in più del Bologna, alternati a momenti di totale blackout mentale, capace di portarlo a errori inspiegabili. In gare come quella di oggi, è un bel problema.

Arnautovic 5 - In questo Bologna più dinamico e ritmato in fase di possesso, la sua tendenza a volere il pallone tra i piedi e a gestirlo con qualche tocco di troppo sembra più evidente. Ma il vero problema oggi non è quello (anche perché la sua qualità con il pallone è indiscutibile): il guaio sono i due gol di testa che un attaccante come lui non può e non deve sbagliare.

Thiago Motta 5.5 - Esordio tra luci e ombre, con le seconde che si fanno più consistenti a causa del risultato. Prova subito a rivoluzionare il Bologna, e ad inizio gara si vede. Poi il suo 4-2-3-1 comincia a mostrare le sue potenzialità. Alla fine la sconfitta è anche immeritata, ma è mancata un po' di lucidità dopo lo svantaggio.

LEGGI ANCHE: Bologna-Empoli 0-1: inizia male l'avventura di Thiago Motta. Decide Bandinelli al 75'


💬 Commenti