L'allenatore del Sassuolo, Alessio Dionisi, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Sassuolo-Bologna, gara che andrà in scena lunedì sera alle 20.45 al Mapei Stadium.

Sull'ultimo match contro la Lazio: “Dobbiamo dare continuità alla prestazione di Roma, gli ultimi 60 non i primi 30. Sappiamo che affronteremo una squadra che sta facendo bene, a oggi la differenza è lo scontro diretto tra noi e loro, ce lo ricordiamo bene, ma alla stessa stregua siamo di pari livello. Domani abbiamo la possibilità di rifarci, sapendo che avremo una squadra che sta facendo bene, ha giocatori bravi, merita quello che sta facendo”.

Sulla partita di andata: “All'andata il Bologna ha vinto con merito nonostante la prima occasione importante della gara fu nostra, ma la sbagliammo. Non eravamo in un buon periodo. Noi siamo cambiati, siamo diventati più squadra, anche loro sicuramente, ma sarà un'altra partita. La gara conta per entrambi, vogliamo fare di tutto per mettere alle spalle la partita dell'andata”.

Sul Bologna: “Mi sembra che il Bologna abbia una propria identità e cerchi di riconoscersi in ogni gara senza pensare all'avversario. Hanno una squadra più strutturata e fisica di noi, per certi aspetti più corsa, noi siamo più qualitativi in alcuni reparti. Dovremo metterli in difficoltà. È una partita importante per entrambe, il campionato non è finito né per noi né per loro. Le motivazioni faranno tanta differenza ma non solo quello, si affronteranno due squadre che hanno delle identità e qualità”.

Sui punti per arrivare all'ottavo posto: “Non lo so perché non ci ho mai pensato, ho sempre pensato al nostro cammino. Noi ci confrontiamo con quelli che siamo stati e vogliamo diventare. Per diventare migliore abbiamo degli scontri diretti, come quello di domani, oltre che un derby è una partita importante per la posizione in classifica e faremo di tutto per mettere alle spalle la partita dell'andata”.

Sugli indisponibili: “Spero che a parte Pinamonti e Zortea squalificati non ci saranno altre defezioni. Speriamo di non avere altre indisponibilità, ci alleniamo oggi e vedremo”.

Su Berardi: “Sta benissimo. A Roma eravamo d'accordo che durante la partita ci saremmo confrontati perché veniva già da una partita giocata e da uno stop di qualche partita. Non volevo farlo giocare 90 minuti, poi ha una qualità tecnica, fisica, caratteriale, che gli ha permesso di stare in campo per tutta la gara”.

Su Kyriakopoulos: “Stiamo parlando di un giocatore bravo. Come ho già detto, le motivazioni fanno la differenza. Credo che Sassuolo e Kyria abbiano fatto la scelta corretta. È giusto che si facciano delle scelte, per me è un giocatore bravo e lo dimostra il fatto che sta giocando titolare in una squadra. Non lo rimpiango perché è un momento delicato nostro ma bisogna fare le nostre scelte, non so se sarà un addio, io lo apprezzo molto come ragazzo e come calciatore, è andato via in prestito ma ci sono dei momenti in cui fare delle scelte e credo che siano state prese le scelte giuste”.

LEGGI ANCHE: Kyriakopoulos, contro il Sassuolo per il riscatto

Basket, Serie A: tutte le eventuali ipotesi di parità per l'ultima giornata della stagione regolare
I convocati di Sassuolo-Bologna: c'è Arnautovic, out Kyriakopoulos

💬 Commenti

Testata giornalistica
Autorizzazione Tribunale di Bologna
8577 del 16/03/2022

Copyright 2023 © Sphera Media | Tutti i diritti sono riservati |
È vietata la riproduzione parziale o totale dei testi senza il preventivo consenso scritto dell’editore.

Sphera Media è iscritta nel Registro degli Operatori di Comunicazione con il numero 39167

Powered by Slyvi