Seguici su Twitch

Virtus sconfitta a Venezia: la semifinale scudetto è subito in salita

Netto ko per la Virtus femminile a Venezia in gara1 di semifinale scudetto

Scritto da Marco Vigarani  | 

Gara-1 delle semifinali playoff Scudetto, per il secondo anno di fila le V Nere si presentano al Taliercio per provare a strappare il fattore campo nel primo atto della sfida. Fuori per turnover Tava e Ciavarella, le V Nere di Coach Lardo non permettono alle padrone di casa di scappare. Dojkic penetra spesso nel pitturato avversario e ai liberi riporta a contatto le sue compagne di squadra (5-4), Turner e Tassinari sotto le plance bloccano la Reyer che prova ora a mettere il primo strappo della gara, Madera metta la tripla del nuovo + 5 (13-8) ma la risposta immediata della Segafredo permette Turner, ben servita da Battisodo, di trovare la parità proprio sulla sirena, 17 a 17 dopo 10′ di gioco. Secondo quarto che vede le orogranata provare a mettere il primo vantaggio della gara, Pasa scatta in contropiede e appoggia in rete, Dojkic penetra senza paura e mette altri due punti che valgono il -1 per la Virtus (24-23), gara che non ha ancora un padrone, si lotta su ogni palla e non c’è un attimo di respiro, Turner mette il controsorpasso, Dojkic fa 2/2 ai liberi e Bologna si porta sul +3 a 3′ dall’intervallo lungo (26-29). Grazie alle giocate di Dojkic e Sagerer le bianconere riescono a chiudere il primo tempo in vantaggio, dalla lunetta la play croata chiude i conti portando tutti al riposo sul punteggio di 32 a 36. Inizio di terzo quarto arrembante per entrambe le squadre, Venezia prova ad avvicinarsi alle bianconere riuscendo a piazzare il break che vale il controsorpasso veneto, Dojkic trova la soluzione dall’arco, Ndour segna sfruttando la sua fisicità sotto i tabelloni e Bestagno porta sul +4 le sue compagne, 45 a 41 a 4′ abbondanti dalla terza sirena. La squadra di Coach Mazzon non si ferma e spinta dal pubblico tocca il +10 chiudendo la terza sirena sul punteggio di 51 a 41. Pasa segna ma Venezia in difesa continua non lasciare spazi, le giocate di Anderson valgono il +14, Zandalasini prova a lottare ma le triple di Carangelo e Madera tolgono le ultime speranze alla rimonta virtussina, al Taliercio Gara-1 è delle padrone di casa, la Reyer si impone sulla Virtus Bologna con il punteggio di 69 a 51.

Al termine della gara ha parlato in conferenza stampa Coach Lardo: “Prima di questa partita ho detto che avremmo affrontato le Campionesse d’Italia, quasi tutte le loro giocatrici sono abituate a giocare partite di questo genere, mentre noi dobbiamo fare anche ancora esperienza, partendo proprio da questa partita, chiaramente siamo dispiaciute, ma allo stesso tempo dobbiamo analizzare quanto fatto in campo. Fino a quando abbiamo avuto energia soprattutto difensiva abbiamo giocato bene, nel secondo tempo ci siamo un po’ inceppate in attacco contro la loro difesa mista, perdendo energia a pensare come attaccare e mollando anche in difesa, ma ripeto abbiamo lottato contro giocatrici molto esperte. Detto questo possiamo sicuramente riprendere la serie, tenendo conto di un dettaglio molto importante, speriamo che il metro arbitrale rimanga quello di oggi di perchè non ci siamo adeguate e abbiamo subito molto la loro fisictà e mani addosso, se questo deve essere il metro dei playoff ci adegueremo e dovremo avere anche noi questa cattiveria agonistica. “

Umana Reyer Venezia vs Virtus Segafredo Bologna: 69 – 51
(Q1 17 – 17; Q2 32 – 36; Q3 51 – 41)

Umana Reyer Venezia: Bestagno 11, Carangelo 10, Thornton 11, Anderson 16, Madera 8, Carraro ne, Smorto, Attura, Penna ne, Ndour 13. 
Coach: Mazzon

Virtus Segafredo Bologna: Sagerer 2, Pasa 6, Tassinari 2, Barberis, Laterza, Dojkic 21, Battisodo, Turner 10, Zandalasini 6, Cinili 3.
Coach: Lardo

Arbitri: Yang Yao, Longobucco, Ferrara.


💬 Commenti