Bologna femminile in campo domenica contro l'Oristano

Sfida interna per le ragazze rossoblù

Scritto da Marco Vigarani  | 

La Prima Squadra di Michelangelo Galasso, domenica ore 14.30 presso l’impianto “L. Bonarelli” di Granarolo dell’Emilia (BO), affronterà A.S.D. Atletico Oristano C.F. nella gara valida per la 4^ Giornata di Serie C – Girone B.

Per accedere alla tribuna, sarà obbligatorio accreditarsi a questo link.

Reduci dalla seconda sconfitta in tre giornate sul campo del VFC Venezia Calcio, le rossoblù arrivano alla sfida con una sola vittoria all’attivo che le classifica al 9^ posto – esattamente come Accademia Spal, Padova, Jesina e Mittici – ma con una differenza reti di -6: due soli i gol segnati, otto quelli subìti. Il tecnico è ancora in attesa della squadra al gran completo, per cui in terra veneziana ha avuto occasione di lasciare spazio d’esordio ad altre due atlete della Juniores di Massimo Carbone: Jessica Polisi e Francesca Lenzini, entrambe classe 2005. Dall’altra parte, il vantaggio iniziale era stato firmato da Nicole Tovoli, al suo primo gol in maglia rossoblù.

Inoltre, lato mercato la società comunica che l’attaccante Linda Isabella Patelli è stata ceduta al Fossolo Femminile con la formula del prestito secco.

L’Atletico Oristano si presenterà in terra emiliana da 8^ classificata, posizione figlia di una vittoria contro Padova per 2-1, la sconfitta sul campo della Jesina per 4-1 e il pareggio con Accademia Spal per 2-2. I quattro punti, quindi, posizionano idealmente le sarde un gradino sopra le rossoblù.

In assenza di Enrica Bassi, nell’ultima gara è stata insignita della fascia di capitano Serena Racioppo, centrocampista classe 2000, che ha presentato la sfida come segue.

«Riguardo alla partita di domenica scorsa, posso sicuramente dire che c’è del rammarico: le avversarie erano una squadra alla nostra portata. La sconfitta si è concretizzata nel secondo tempo, non voglio parlare di black-out, ma c’è stato qualcosa che non ha funzionato.
Quest’anno, il livello si è alzato decisamente di più: le squadre che finora abbiamo affrontato non solo avevano capacità balistiche, ma anche dotate di fisico; noi, invece, non siamo solamente piccole d’età, ma anche dal punto di vista della stazza fisica.
Per me, questa è la terza stagione in maglia rossoblù: mi sento diventata un elemento portante, perché anche se ho appena 21 anni cerco di mettermi a disposizione della squadra, tant’è che nelle tre partite giocate finora sono stata posizionata da regista, dati gli infortuni, e non da mezz’ala. Però, a prescindere dal fattore tecnico-tattico, grinta e impegno non devono mai mancare nella mia prestazione.
L’Atletico Oristano, ci ha detto mister Galasso, è una squadra molto giovane, ed è difficile trovarne una quanto noi. Mi aspetto, quindi, un bel match, tra l’altro sul nostro campo dopo due trasferte».


💬 Commenti