Riccardo Orsolini: il sette del Bologna, il diciassette con la maglia azzurra della Nazionale. Si gioca tanto, si gioca tutto, in questo finale di stagione al cardiopalma. Questa mattina il Resto del Carlino ci riporta come l'ascolano abbia messo in difficoltà il ct della Nazionale in vista dell'Europeo imminente. 

In Nazionale

Gol e assist all'esordio con Mancini in panchina, contro l'Armenia, in appena un tempo di gioco. Alla seconda apparizione addirittura è riuscito a fare meglio: gol in soli diciotto minuti, contro l'Estonia. Numeri che non li sono bastati per trovare continuità di presenze con la Nazionale, ritrovata poco tempo fa, nelle qualificazioni contro Ucraina, Malta e Inghilterra, sempre a gara in corsa. Nonostante l'infortunio di Berardi, Spalletti non si fiderebbe a pieno di farlo rientrare in lista per gli Europei di questa estate in Germania. Il motivo? La sua solita incostanza. Nei due test americani, disputati giovedì e domenica, rispettivamente contro Venezuela ed Ecuador, ha collezionato solo quattordici minuti. Panchina con la prima, ingresso sul punteggio di uno a zero in proprio favore nella gara di domenica contro i sudamericani. Frenetico come suo solito, ma il filtrante con il quale manda in rete Barella per il due a zero finale ha fatto stropicciare gli occhi tutti, perfino Spalletti, che ora qualche dubbio in più lo ha, eccome.

Le motivazioni di Orsonaldo

Non solo Europeo, ma anche Champions League da rincorrere con il Bologna. E' il miglior marcatore italiano con 9 reti al pari di Berardi e Pinamonti, ma nonostante questo ha concorrenza ovunque. Anche con i felsinei, lo si è visto più di una volta entrare a gara in corso per provare a spezzare le partite, vedendosi passare davanti Ndoye e Saelemaekers. Orsolini è così: dinamico e duttile. Questa sua ultima caratteristica è quella che più si attinge al gioco di Thiago, ed è ciò che vuole Spalletti. Spalletti che questa sera sarà presente allo Stadio Paolo Mazza di Ferrara per monitorare altri due ragazzi della Thiago's band in ottica nazionale: Giovanni Fabbian e Riccardo Calafiori

Riccardo Calafiori
Riccardo Calafiori (ph.ImageSport)

Con un finale di stagione tutto da vivere, ci potrebbe essere spazio anche per loro per la grande chiamata. Un passo alla volta: l'Europeo attraverso la Champions.

LEGGI ANCHE: Bologna attivo sul mercato: tre i nomi per il dopo Zirkzee

Bologna attivo sul mercato: tre i nomi per il dopo Zirkzee
Fortitudo Bologna, sabato tornano Aradori e Fantinelli?

💬 Commenti

Testata giornalistica
Autorizzazione Tribunale di Bologna
8577 del 16/03/2022

Copyright 2023 © Sphera Media | Tutti i diritti sono riservati |
È vietata la riproduzione parziale o totale dei testi senza il preventivo consenso scritto dell’editore.

Sphera Media è iscritta nel Registro degli Operatori di Comunicazione con il numero 39167

Powered by Slyvi