Seguici su Twitch

Aradori: "Io un leader? No, ma per salvarsi serve il lavoro di tutti. La squadra ha dimostrato di avere carattere"

"Il Resto del Carlino" intervista Pietro Aradori

Scritto da Riccardo Austini  | 
Pietro Aradori (Ph. Fortitudo Pallacanestro Bologna - Valentino Orsini)

Ecco le parole del cestista della Fortitudo Bologna Pietro Aradori, rilasciate a “Il Resto del Carlino”: “Ritorno al 100% della capienza? Tutto molto bello, si sta tornando alla normalità. Per un giocatore è il massimo avere il pubblico che ti sostiene anche se tante cose sono andate storte nella stagione. Io un leader? No. Questo è un ruolo che viene riconosciuto dai compagni. Sono uno dei più esperti e ci sta che abbia qualche responsabilità in più, ma per salvarsi serve il lavoro di tutti. La Effe si salverà? Noi ci crediamo. Dobbiamo giocare sei finali a partire dalla prossima contro Venezia e dobbiamo vincerne almeno tre, se non quattro. Dobbiamo avere un rendimento superiore rispetto a quello avuto fin adesso in campionato. La squadra ha dimostrato di avere molto carattere, anche nelle situazioni non facili. I giudizi negativi mi infastidiscono? No, anche se sono una persona che ascolta molto i pareri altrui. Non si può piacere a tutti e ci sarà sempre qualcuno pronto a farti un appunto. Io cerco sempre di essere quello che sono, un giocatore che prova sempre di fare del suo meglio”. 



GLI HIGLIGHTS DI FORTITUDO KIGILI BOLOGNA - VANOLI CREMONA


LEGGI ANCHE: LE DICHIARAZIONI DI ANTIMO MARTINO NEL POSTPARTITA DI FORTITUDO-CREMONA


💬 Commenti