Seguici su Twitch

Primavera 1, il prossimo avversario del Bologna: la Roma di De Rossi

I giallorossi, domani ospiti a Casteldebole, ai raggi X

Scritto da Giacomo Guizzardi  | 
Alberto De Rossi, tecnico della Roma Primavera

Un inizio di stagione da dominatori veri, un 2022 con più inciampi che allunghi: la Roma Primavera di De Rossi è passata, nel giro di qualche mese, dall’essere la mattatrice del campionato a diventare una formazione che, nelle ultime giornate, sta incontrando più di qualche ostacolo. Il primo posto in campionato rimane, in ogni caso, un qualcosa da esibire e che anzi testimonia il buon lavoro di De Rossi, che quest’anno si è trovato a disposizione un materiale umano e tecnico di primissimo ordine. Domani, alle ore 11, la Roma Primavera sarà ospite del Bologna a Casteldebole per la sfida valida per il 26° turno di campionato (nona giornata di ritorno). Ma andiamo a conoscere da vicino la Roma.

 

Roma Primavera, il momento di forma

52 punti conquistati in 25 uscite, una media di più di 2 punti per partita: Roma che ha dominato la prima parte di stagione, ma andando ad analizzare le ultime gare si nota una parabola discendente dei giallorossi. Nelle ultime cinque gare, infatti, sono arrivate due sconfitte (tre in totale in stagione), un pareggio e due vittorie. Nell’ultimo turno di campionato è arrivato un 1 a 1 contro l’Inter, mentre nella giornata successiva, il 13 marzo, la Roma era riuscita a battere, in casa l’Atalanta; vittoria che aveva permesso di superare la delusione per la sconfitta interna contro l’Empoli, risalente alla giornata prima. A questi risultati vanno aggiunti i tre punti conquistati contro il Pescara – seppur a fatica – ma soprattutto il clamoroso tonfo contro l’Hellas Verona, che in casa si era imposta contro i ragazzi di De Rossi per 3 a 0, al termine di una gara a senso unico. I punti di vantaggio sulla seconda in classifica rimangono comunque (è il Cagliari la prima delle inseguitrici), fa specie che la prima sconfitta in campionato sia arrivata solamente il 5 febbraio: la Roma, ora, rischia la sindrome da pancia piena, contro il Bologna l’occasione per ritornare sui binari percorsi fino a inizio 2022. 

I 46 gol segnati garantiscono alla squadra di De Rossi il secondo miglior attacco del torneo – prima è la Sampdoria con 49 reti fatte – mentre i 24 gol subiti, meno di 1 a gara, permettono ai giallorossi di fregiarsi della seconda miglior difesa del torneo, alle spalle del solo Sassuolo. 

 

I protagonisti della Roma Primavera

È infinita la lista di giocatori che maggiormente si stanno mettendo in mostra in questo campionato Primavera: dai veterani, come Ndiaye – che domani non ci sarà perché squalificato – e Tripi, ai volti nuovi, su tutti Faticanti e Tahirovic, coppia di mediani di altissimo livello. Scendiamo nei dettagli. Dal punto di vista realizzativo occhi puntati su Voelkerling Persson, bomber svedese, arrivato a quota 10 reti in campionato, seguito dal talentuoso trequartista – già battezzato con la rete in Serie A – Volpato, che con 7 gol in campionato segue il compagno. 

4 gol per Cherubini, tra i volti nuovi messi in mostra da De Rossi quest’anno, insieme ai già citati Faticanti e Tahirovic, entrambi classe 2004 ed entrambi in rete in questa stagione. Lo svedese tende a spingersi più verso l’area avversaria, Faticanti ­– e non solo per il numero di maglia che ha scelto – assomiglia molto a De Rossi, soprattutto a livello tecnico: mediano di grande temperamento al quale unisce una tecnica sopraffina, che gli permette di dominare in mezzo al campo. Attenzione alle fasce: Missori a destra e Rocchetti a sinistra sono due treni che possono indirizzare la gara da un momento all’altro, soprattutto perché con 2 e 3 reti rispettivamente hanno la capacità di fare male anche nella trequarti avversaria. Mastrantonio, portiere classe 2004, ha totalizzato 9 clean sheets in 22 gare: bottino da applausi. 

 

Roma Primavera, la probabile formazione

Davanti a Mastrantonio, nel 3-4-1-2 tanto caro al tecnico capitolino, agiranno Tripi, Morichelli e Keramitsis, vista l’assenza per squalifica di Ndiaye. Sulle fasce difficile vedere sorprese: sulla destra agirà Missori, sull’altro versante Rocchetti, con Oliveras che potrebbe subentrare a gara in corso. In mezzo al campo da valutare le condizioni di Tahirovic, uscito anzitempo due settimane fa contro l’Inter: al fianco di Faticanti, nel caso in cui lo svedese non dovesse farcela, è pronto ad alzarsi capitan Tripi, con Vicario che ne prenderebbe il posto in difesa. Davanti, con Volpato che agirà trequartista, si giocano una maglia Cherubini e Satriano per affiancare Voelkerling Persson, tra gli inamovibili di questa formazione. Ma tanto dipenderà anche dalle scelte di Mourinho, che giocherà domenica sera a Genova in casa della Sampdoria. 

Roma (3-4-1-2): Mastrantonio; Vicario, Morichelli, Keramitsis; Missori, Faticanti, Tripi, Rocchetti; Volpato; Voelkerling Persson, Cherubini. Allenatore: De Rossi. 

 

LEGGI ANCHE: Under 18, Magnani: “Viareggio? Rammarico per il pareggio col Sassuolo. Sull’eliminazione dell’Italia…”


💬 Commenti