Scariolo: "Stasera tutti hanno giocato con una intensità diversa. Non ho nessun rimpianto, i playoff erano il nostro sogno, ma..."

Le dichiarazioni post partita del coach delle Vnere, vittoriose nel derby di Eurolega contro Milano

Scritto da Andrea Riva  | 
Sergio Scariolo (Foto Virtus Bologna - Matteo Marchi)

Nell'ultima giornata di regular season di Eurolega (34.turno), la Virtus Bologna ha sconfitto l'Olimpia Milano alla “Segafredo Arena” per 89-84, rimontando da -14 (Hackett top scorer con 25 punti e 10 assist) e terminando così con un successo, seppur ininfluente per la classifica finale, che vede i felsinei chiudere con 28 punti, mentre i meneghini con 30, fuori entrambe dai playoff.

Sergio Scariolo, le sue dichiarazioni post partita

“Questa partita non contava nulla per la classifica, ma tutte e due le squadre hanno giocato fino in fondo per vincere. Milano ha giocato meglio nel primo tempo, mentre noi nel secondo, senza dimenticare la straordinaria partita che ha fatto Hackett. Nell’intervallo abbiamo aggiustato alcune cose. Siamo contenti per aver vinto per noi e per i tifosi. Stasera tutti hanno giocato con una intensità diversa da quella vista contro Napoli, mentre abbiamo continuato a subire quando abbiamo giocato troppo individualmente e con troppa fretta. Penso che in Eurolega abbiamo fatto una stagione più che accettabile in relazione al nostro roster e alle tante assenze a cui abbiamo dovuto sopperire per infortunio. 14 partite vinte al primo anno non sono poche. Abbiamo anche patito l’inesperienza nel giocare questa competizione, in particolare all’inizio dove abbiamo perso alcune partite un po’ da polli. Nella parte centrale della stagione siamo stati da primi sei posti, peccato per la parte iniziale e finale dove, a causa delle assenze, non abbiamo avuto un roster sufficientemente competitivo. Non ho nessun rimpianto, i playoff erano il nostro sogno, ma sulla carta non era l’obiettivo scontato da raggiungere. Abbiamo lottato e ci abbiamo provato finchè abbiamo potuto. Il mio compito è quello di migliorare la competitività della squadra in sinergia con la società. Oggi sia noi che loro avevamo tanti giocatori fuori quindi non prenderei questa partita come esempio per il futuro. Noi avevamo fuori 5 dei 12 giocatori della rotazione da campionato. Il rientro di Teodosic e Pajola è vicino, forse già domenica, mentre per gli altri bisognerà attendere un po’ di più. Vediamo cosa dice lo staff medico su Mannion, che ha avuto un riacutizzarsi di un problema di ernie che si porta dietro.”

LEGGI ANCHE: La Virtus rialza la testa: Milano battuta 89-84

Kyriakopoulos: "Grande vittoria a Bergamo ma dobbiamo lavorare con umiltà. Lo stadio pieno di tifosi mi motiva molto"
Virtus-Milano, le pagelle: riecco Jaiteh, che Hackett!

💬 Commenti