Aebischer, momento d'oro: dal gol contro il Sassuolo al mondiale in Qatar

Da giocatore di rotazione a titolare fisso: la scalata di Aebischer che l'ha portato al mondiale

Scritto da Domenico Giuliani  | 
Michel Aebischer (ph. bolognafc.it)

Michel Aebischer si è preso il Bologna. Come viene sottolineato nell'edizione odierna della Repubblica, dopo 8 mesi di ambientamento il giocatore svizzero si è finalmente preso il palcoscenico.

Aebischer, 25 anni, arriva al Bologna nel gennaio scorso dallo Young Boys con i gradi di mezzala in un centrocampo a tre, ma non trova molto spazio. É un giocatore di rotazione.

Poi, la svolta. Il 24 settembre la Svizzera trionfa sulla Spagna. Michel, convocato, entra negli ultimi 10 minuti in qualità di esterno del 4-2-3-1 elvetico, e sorprende tutti. 

Così tanto che una volta tornato in Italia, Thiago Motta lo prova lì, sulla fascia destra. E da lì non lo toglie più.

Oggi Aebischer è titolare fisso di questo Bologna e si è guadagnato la convocazione ai Mondiali in Qatar. 

E sembra anche amare la città. “Bologna t’invita a rallentare, non ho visto una persona stressata o affrettata, la gente ama la vita e si gode il momento, cerco di farlo anch’io”, dice. E come biasimarlo.

LEGGI ANCHE: Il Bologna splende, Zirkzee un po' meno. E ora?


💬 Commenti