Casini: "Se uno si aspettava autocritica non ce n'è traccia"

Pier Ferdinando Casini ha parlato in un'intervista al Corriere di Bologna del momento dei rossoblù e della gestione Saputo

Scritto da Jacopo Baratto  | 

Pier Ferdinando Casini, senatore e tifosissimo rossoblù, ha parlato del momento del Bologna e del suo pensiero sulla gestione del club da parte del presidente Joey Saputo in un'intervista rilasciata al Corriere di Bologna.

Su Saputo: “Nessuno può dimenticare tutto quello che Joey Saputo ha fatto per il Bologna, ha dei meriti innegabili che resteranno nella storia della nostra società. Tutto questo non si può e non si deve mai dimenticare.

Sulla gestione del club: “Io credo che chiunque prenda in mano un'azienda fa le sue valutazioni quotidiane. Saputo è quello che paga, e anche tanto, per mandare avanti il club. Quindi, come dire, se va bene a lui, allora va bene a tutti.

Sull'intervista di Saputo: “Se uno si aspettava autocritica e qualche segno di discontinuità nell'intervista non ce n'è traccia. Tutto normale.

Sul momento del Bologna: “Parleranno i risultati, io spero davvero che siano positivi. Anche se in questo momento sono un po' deluso, mi auguro con tutto il cuore di essere smentito al più presto. Non mi interessa avere ragione, preferisco festeggiare. Magari già domani contro il Napoli.

Sulla partita contro il Napoli: “La speranza c'è sempre, anche per noi a Napoli. Come si dice, la palla è rotonda…

LEGGI ANCHE: Colomba: "C'è una magica medicina: i risultati"


💬 Commenti