Bologna, il punto sul mercato: tra cessioni, acquisti e rinnovi, ecco come si sta muovendo la dirigenza rossoblu

Gennaio si avvicina per tutti, e il Bologna non fa eccezione. Nella settimana della ripresa ai lavori in campo, facciamo il punto sui progetti della dirigenza in vista del mercato di riparazione

Scritto da Domenico Giuliani  | 

Il Bologna pensa (anche) al mercato. 

Thiago Motta e la dirigenza sono soddisfatti della profondità della rosa, però si può sempre migliorare. 

E se c'è una zona che il mister vorrebbe migliorare, quelle sono le fasce. 

Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, uno dei nomi più chiacchierati è quello di Doig, esterno scozzese oggi in forza al Verona. 

Josh Doig era un nome che già in estate interessava molto a Giovanni Sartori, che aveva bisogno di sostituire un altro scozzese, quell'Hickey ceduto al Brentford per una cifra attorno ai 20 milioni di euro.

Poi Doig ha scelto il Verona e il Bologna ha arruolato Cambiaso e Lykogiannis

Al primo anno in A il nuovo acquisto degli scaligeri sta facendo molto bene. Il salto dal campionato scozzese a quello italiano è stato meno impattante del previsto per il giovane esterno, che nella prima parte di campionato ha messo a referto 2 gol in 9 presenze.

Queste prestazioni non sono passate inosservate, e Josh Doig è un nome che è tornato appetibile per la dirigenza rossoblu.

Ma non è l'unico. 

Sul taccuino dello Stato Maggiore del Bologna sono segnati i nomi di Toni Lato, esterno mancino in forza al Valencia che Gattuso non avrebbe problemi a mandare in prestito; Beruatto del Pisa, Skoras del Leck Poznan e Sebastian Jorgensen, ala mancina del Silkeborg.

Capitolo uscite: chi sono gli indiziati principali a salutare il Bologna nel prossimo mercato di gennaio?

In prestito, Kasius e Vignato: andare in una squadra che può garantire loro maggiore minutaggio sarebbe un bene sia per il Bologna che per la loro carriera.

A titolo definitivo, invece, chi potrebbe definitivamente salutare il capoluogo romagnolo è Nicola Sansone, il cui contratto scade a giugno 2023 e non ci sono segnali per un eventuale rinnovo.

Questione rinnovi: al momento, sui tavoli degli uffici di Casteldebole ci sono principalmente 3 rinnovi di cui discutere: uno è quello di Soriano, ormai senatore dello spogliatoio felsineo. L'attuale accordo con il centrocampista italo-tedesco scade nel 2023 e un rinnovo a cifre ridotte potrebbe mettere d'accordo giocatore e società.

Gli altri due rinnovi sul tavolo riguardano Orsolini e Dominguez. Entrambi gli accordi termineranno nel giugno del 2024, ma al fine di evitare uno Svanberg bis (ceduto la scorsa estate a un anno dalla scadenza), la dirigenza rossoblu ha deciso di muoversi con anticipo. 

LEGGI ANCHE: Bologna, parla Di Vaio: "Lavoriamo per i rinnovi di Orsolini, Vignato e Dominguez"

 

 


💬 Commenti