Eraldo Pecci, ex calciatore di Bologna e Torino, ha parlato in un'intervista all'edizione odierna di Repubblica dell'imminente partita di campionato tra rossoblù e granata.

Sulle due squadre: “Due vecchie grandi che continuiamo ad aspettare, mi sembrano un po’ al palo, non riescono a fare il salto, però a Bologna gli anti Saputo sono meno degli anti Cairo a Torino. Se chiedi a 100 tifosi del Toro, per me 98 non sono contenti.

Un pronostico sulla partita: “Per me il Bologna può anche vincerla, con la forza dei suoi attaccanti.

Su Thiago Motta: “Ha quella faccia lì un po’ da “antipatichino”, invece mi pare che sia una brava persona, umile, educata. È arrivato che la situazione non era drammatica, ma nel tunnel poteva entrarci. Invece se ne è allontanato. Su per giù il Bologna farà i punti degli altri anni.

Su Saputo e sul mancato salto di qualità del Bologna: “Bisogna chiederlo a Bortolotti e a Marchesini, che gli hanno appena dedicato un libro. Competere con le grandi per me è impossibile, a un certo punto persino Moratti e Berlusconi si sono arresi. Forse il Bologna è un po’ indietro nel suo progetto, questo magari sì.

GUARDA LA CONFERENZA STAMPA PRE-PARTITA DI THIAGO MOTTA:

LEGGI ANCHE: Le probabili formazioni di Bologna-Torino: torna Arnautovic al centro dell'attacco

 

Le probabili formazioni di Bologna-Torino: torna Arnautovic al centro dell'attacco
Zaccarelli: "Il Bologna assomiglia molto al Motta calciatore"

💬 Commenti

Testata giornalistica
Autorizzazione Tribunale di Bologna
8577 del 16/03/2022

Copyright 2023 © Sphera Media | Tutti i diritti sono riservati |
È vietata la riproduzione parziale o totale dei testi senza il preventivo consenso scritto dell’editore.

Sphera Media è iscritta nel Registro degli Operatori di Comunicazione con il numero 39167

Powered by Slyvi