Primavera, domani alle 17 Juventus-Bologna, gara importante per i rossoblù

Decima giornata di campionato: trasferta insidiosa a Vinovo, diretta televisiva su Sportitalia

Scritto da Giacomo Guizzardi  | 

Luciano Zauri, tecnico dei rossoblù (Foto: Bologna FC)

Assalto alla Vecchia Signora: sfida contro la Juventus per la primavera di Luciano Zauri che, reduce dalla sconfitta interna contro l’Atalanta nel recupero della sesta giornata (in gol Rocchi per i rossoblù, Vorlicky e Sidibe per i bergamaschi), vorrà riscattarsi magari già a partire da domani pomeriggio, quando alle 17, sul campo “Ale & Ricky” di Vinovo, affronterà la formazione juventina di Andrea Bonatti. Diretta televisiva su Sportitalia, gara, valida per il decimo turno, che verrà arbitrata dal signor Marini di Trieste, coadiuvato da Miniutti di Maniago e da Santarosa di Pordenone.

Come arriva la Juventus

Un deciso rallentamento nelle ultime due uscite per la Juventus di Andrea Bonatti, che dopo aver perso contro la Sampdoria per 4 a 1 lo scorso 7 febbraio (recupero della sesta giornata), non è andata oltre il 2 a 2, qualche giorno dopo, contro il Genoa, sempre in terra ligure. È una Juventus che attualmente si trova al secondo posto in classifica, insieme alla Spal di Scurto, ma che vorrà tornare a macinare punti e gioco dopo l’ottimo avvio nel 2021 (quattro vittorie di fila tra campionato e Coppa). 18 i gol fatti, 12 quelli subiti e un ruolino importante fin qui, con solamente due sconfitte in campionato.

Per quanto riguarda la formazione che Bonatti potrebbe schierare, quasi certo che si affiderà a un 4-4-2 ordinato ma nel quale il talento la fa da padrone: davanti a Garofani, la linea difensiva sembrerebbe essere scontata, con Leo e Ntenda (ma occhio a Verduci) sulle fasce e con De Winter e uno tra Nzouango e Riccio al suo fianco al centro della difesa. A centrocampo difficile che possa essere riproposto il rombo visto contro il Genoa una settimana fa, con Miretti (fresco di esordio in Under 23) che dovrebbe affiancare Barrenechea in mediana, e con iling-Junior – o Turicchia – e Soulè sugli esterni. Davanti non dovrebbe esserci Marco Da Graca (in campo gli ultimi 10' di gioco con la Juventus Under 23 contro la Pro Vercelli, proprio in questi minuti), con Sekulov e uno tra Cerri e Bonetti come riferimenti offensivi. Possibile sorpresa lo schieramento di Omic in mediana e di Cotter nel reparto avanzato. Nel caso in cui dovesse mancare Cosimo Marco Da Graca (capocannoniere della Juventus e del campionato, con 7 reti segnate in 421 minuti, una ogni 60), il peso offensivo sarebbe tutto sulle spalle di Sekulov e Bonetti, che insieme a Miretti e Barrenechea sono i giocatori che hanno trovato la rete per due volte in questo campionato.

 

Come arriva il Bologna

La brutta e dolorosa sconfitta di sabato contro l’Atalanta ha probabilmente ridimensionato i rossoblù di Zauri, che forse si erano un po’ montati la testa dopo la – certamente – bella vittoria di una settimana fa contro il Milan, al Biavati. Sconfitta che fa male ma che fa anche riflettere: le trame offensive non hanno funzionato bene e Zauri non ha saputo controbattere alla fisicità della mediana e della difesa bergamasca, venendo schiacciato nella ripresa.

Per la gara di domani l’unico assente di peso sarà Simone Rabbi, indisponibile, e che si spera possa tornare a giocare tra una decina di giorni circa. Difficile che l’ex tecnico del Pescara stravolga la formazione, nonostante l’impegno ravvicinato di sabato contro il Sassuolo: davanti a Molla, con ogni probabilità, si rivedranno ancora una volta, per la decima gara consecutiva di fila, Arnofoli, Milani, Khailoti e Montebugnoli (che potrebbe però essere insidiato da Annan). In mediana facile pensare che Roma e Viviani potrebbero nuovamente affiancare Farinelli, come visto nella ripresa della gara di sabato, con Grieco che, però, prestazione dopo prestazione, si sta dimostrando affidabile in regia. Davanti possibile un nuovo impiego di Musa Juwara dal 1’ minuto, con Rocchi – che con la rete di sabato ha agganciato Ruffo Luci e Rabbi come miglior marcatore della squadra in campionato, con 4 reti – e Vergani, in ombra nelle ultime gare e insidiato da un Mattia Pagliuca che scalpita per una maglia da titolare. Chissà che non possa toccare anche a Kacper Urbanski, ancora tutto da scoprire, o magari ad uno dei nuovi acquisti, presentati ieri e pronti, sembrerebbe, per dare il loro contributo. D’altronde, l’ottava posizione che il Bologna occupa attualmente (14 i punti totali, 3 in meno rispetto alla Juventus), potrebbe essere migliorata già a partire da domani, in caso di vittoria.


💬 Commenti