LBASerieA, la Fortitudo non concretizza nel finale, Sassari vince al fotofinish

Più volte in vantaggio la F punita dai troppi falli commessi e dall'ex Virtus Spissu

Scritto da Paolo Di Domizio  | 

Esce sconfitta la Fortitudo dal Palaserradimigni di Sassari, dopo una partita condotta per lunghi tratti anche di 9 lunghezze. Tanti probelmi di falli per la squadra di Sacchetti che nel finale ha dovuto fare a meno di Happ e Banks, oltre che dell'infortunato Withers. Alla fine Sassari punisce i biancoblù dalla lunetta che con Mancinelli sbagliano la tripla dell'eventuale pareggio.

Ritmi subito alti nella partita, con gli attacchi che segnano tanto (Aradori da una parte e le triple di Sassari dall’altra) e le difese che non girano come dovrebbero. La Fortitudo trova bene la profondità dei suoi lunghi e con Totè arriva un gioco da tre punti che regala il primo vantaggio alla squadra di Sacchetti. Sassari fa confusione in attacco ma la F non riesce a punire gli errori dei sardi che con un jumper di Spissu chiudono il primo quarto sul +2 (25-23). Il secondo periodo si apre con il duello sotto al ferro tra Tillman a Happ: 6 punti in fila per il primo, 6 per il secondo ma la Fortitudo mette la testa avanti sul +4 a 4’ dall’intervallo lungo. La F chiude le maglie difensive, Sassari fa tanta fatica a segnare, oltre a perdere tanti palloni e all’intervallo la truppa di Sacchetti è avanti di 5 lunghezze, 43-38. Pronti via e due triple di Sassari aprono il secondo tempo; una tripla di Aradori chiude il parziale di 8-0 della squadra di casa e riporta l’equilibrio in campo sul 46 pari. La partita si fa intensa, con il risultato che non trova un unico padrone: sorpassi e controsorpassi, Bendzius risponde ad Aradori dall’arco, Banks fa lo stesso rispondendo ad un gioco da tre punti di Bilan. La F però ha problemi di falli, con Happ e Withers costretti alla panchina: Sassari cerca e trova tanti falli che regalano numerosi viaggi in lunetta ma la Fortitudo, con pazienza, mette in striscia Banks (12 punti nel quarto) che con due triple consecutive (e un assist al bacio per Withers) regala il massimo vantaggio sul +8. Nell’ultimo periodo la Fortitudo continua con pazienza a punire la difesa sarda: prima Happ poi Fantinelli segnano il nuovo +8. Sassari resta a galla con i tiri liberi, sfruttando la maggior fisicità sotto al ferro: Happ commette il suo quinto fallo e nel protestare causa anche un fallo tecnico. Sassari in un amen, con i liberi di Tillman e Bendzius, torna avanti sull’81-80. La F spegne la luce in attacco: gli errori di Aradori e Withers (che poi esce per infortunio) aprono il campo a Sassari che segna con Spissu. Fletcher in sottomano ridà ossigeno ai suoi, Aradori dalla lunetta fa 1/2 e a 90” dal termine è ancora parità. Nel finale si tira solo dalla lunetta: Bilan fa 2/2, capitan Mancinelli 1/2 ma poi perde il lungo di Sassari che recupera un rimbalzo offensivo che porta ancora ai liberi di Spissu. Anche Banks commette il suo quinto fallo, Sassari va sul +3 ancora con Spissu e alla fine Mancinelli sbaglia la preghiera del possibile pareggio. Finisce 89-86 per Sassari.

SASSARI: Burnell 15, Devecchi, Spissu 22, Pusica 4, Bilan 18, Gentile, Gandini, Re, Kruslin 6, Bendzius 12, Treier, Tillman 12. All. Pozzecco

FORTITUDO: Sabatini, Tote 7, Aradori 20, Mancinelli 1, Palumbo, Happ 9, Wither 10, Banks 23, Dellosto, Fletcher 7, Fantinelli 9. All. Sacchetti


💬 Commenti