Governo e Istituto Sanità: "No alla riapertura degli stadi"

Il premier Conte e Brusaferro dell'Iss bocciano la riapertura degli stadi

Scritto da Marco Vigarani  | 

Il premier Giuseppe Conte non ha avuto dubbi: "Trovo inopportuna la riapertura degli stadi, in quei luoghi l'assembramento è inevitabile. Il Governo non ha mai aperto alle discoteche, contrariamente a quanto s'è detto. Poi le regioni le hanno riaperte. Nello stadio l'assembramento è inevitabile, dentro, ma anche durante l'afflusso e il deflusso: l'apertura la trovo inopportuna".

Poche ore dopo anche Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto Superiore di Sanità ha confermato: "I raduni di massa sono considerati al mondo come il massimo livello di rischio che non è legato solo all’evento. Ci sono una serie di problemi nel gestire l’ingresso e l’uscita delle persone. Il Cts ritiene che allo stato attuale non ci siano le premesse per eventi con spettatori e la preoccupazione è anche quella di non sovraccaricare il sistema di altri fattori di rischio".


💬 Commenti